ASUS X756U

Versatile, potente ed accessibile

Fabio Esposito

Recensione

Con la serie di portatili X ASUS punta a soddisfare un’ampia fetta di utenti, dai professionisti che necessitano di un buon processore parco nei consumi ed un po’ di prestazioni a livello grafico a chi ama intrattenersi con qualche videogioco ogni tanto, il tutto ad un prezzo ben inferiore ai 1.000 €.

Questa serie di portatili non vuole passare inosservata nemmeno all’occhio e lo dimostra con una gamma di tinte molto particolari in cui è possibile acquistarlo. Si passa da un rosso intenso ed acceso a un oro “glaciale”, passando dal bianco, il blu ed il color cioccolata. L’aspetto è molto curato con un effetto metallo spazzolato sotto la finitura lucida della parte superiore. Non è un oggetto da nascondere, lasciatelo in bella vista. Il materiale plastico pur essendo di buona qualità ha qualche limite rispetto a quello che potrebbe avere un telaio in metallo e purtroppo la finitura lucida tende ad essere soggetta a graffiarsi leggermente se non si fa attenzione durante il trasporto del PC. La parte interna è invece a finitura opaca, non attira aloni ed è anche più piacevole alla vista.

asus x756u chiuso marrone cioccolato effetto metallizzato gloss lucido

Lo schermo è un 17”, dimensioni generose per un portatile e va a braccetto con la sua vocazione all’intrattenimento; prestandosi a gestire anche applicazioni di grafica. Le dimensioni dell’ASUS X756U sono 415 x 273 x 30 mm, considerando la grandezza dello schermo e le specifiche hardware non è eccessivamente grande, il peso è di 2,7 kg con la batteria a due celle e lo si riesce a sollevare afferrandolo dal bordo anche con una sola mano senza troppa difficoltà.

asus x756u set con alimentatore compatto da 90 W

Molto buona anche la presa che offre quando lo si afferra per spostarlo, l’attrito offerto dalla finitura lucida è sorprendente e sarà molto difficile che vi scappi inavvertitamente di mano. Il telaio è solido, pur essendo realizzato in plastica, anche premendo forte con le mani non si percepiscono scricchiolii pronunciati, tende giusto a flettersi un po’ nella parte vicino al monitor della tastiera.

Il modello che abbiamo provato è quello color cioccolata, a nostro personale giudizio una colorazione molto particolare che riesce a non annoiare nemmeno dopo un periodo prolungato. La tastiera è in plastica nera, l’escursione dei tasti è ottimale per scrivere in modo molto rapido.

asus x756u lato destro slot sd, 2 porte usb 2.0, masterizzatore dvd

Questo modello di ASUS ha un touchpad di dimensioni ampie (106 x 74 mm) e le dita vi scorrono senza attrito. I tasti “integrati” al suo interno sono buoni ma non a livello di Apple. Come per altri modelli ASUS, il touchpad permette anche l’uso di “gesti” ovvero l’uso di più dita contemporaneamente per impartire comandi particolari come ad esempio fare lo scroll della pagina, passare al desktop, zoomare e così via.

asus x756u lato sinistro porte vga ethernet usb 3.0 e 3.1 c porta hdmi

Tutte le porte sono poste sui lati del PC, anche perché da aperto il display copre la parte posteriore. A destra l’alimentazione, la porta Ethernet, VGA, HDMI, USB 3.0 e USB 3.1 tipo C, ingresso/uscita audio in un unico ingresso jack da 3,5mm. A sinistra invece trovano spazio il lettore/masterizzatore DVD, due porte USB 2.0, lo slot per le schede SD e per il lucchetto Kensington.

Caratteristiche e funzionalità

Passiamo quindi ad analizzare le caratteristiche dell’ASUS X756U. Questo portatile è disponibile con due processori: Intel Core i5 6200 U ed i7 6500 U. Essendo entrambi “U” nessuno dei due è stravolgente a livello di prestazioni, sono processori progettati per limitare il consumo di batteria e quindi prolungare la durata dell’utilizzo del PC quando non alimentato dalla rete. L’i5 e l’i7 condividono una struttura molto simile e salvo una maggiore frequenza di clock del secondo (2,5 GHz – 3,1 GHz con turbo attivo) rispetto al primo (2,3 GHz con 2,8 GHz con turbo attivo), non vi sono altre differenze. Anche la differenza di prestazione è quindi molto contenuta, pari mediamente ad un 8%.

Entrambi i processori hanno una scheda video integrata la Intel HD Graphics 520 buona per ridurre l’assorbimento di energia dalla batteria quando si effettuano operazioni dove non è richiesta potenza per l’elaborazione di quanto mostrato sul display. Oltre alla scheda video integrata è presente anche una scheda video dedicata con 2GB di memoria, che a seconda del modello può essere una nVidia GTX 940M o una GTX 950M che grazie alla tecnologia nVidia Optimus può sempre intervenire al posto di quella integrata nel momento in cui è richiesta invece maggiore potenza di calcolo.

Contrariamente a quanto avviene con il processore, la differenza tra le due schede video è notevole. Il benchmark 3DMark 11 registra un incremento di quasi il 70% passando dalla 940M alla 950M. Per salire ulteriormente di prestazione bisogna passare a schede video ancora più potenti e ben più costose come la 960M, che tuttavia non è disponibile per gli ASUS serie X. Grazie alle prestazioni della scheda video è possibile divertirsi anche con giochi non eccessivamente esosi a livello di grafica: strategici in tempo reale, hack ‘n’ slash, manageriali e anche MOBA possono essere giocati con un livello di dettaglio buono senza avere frame rate medi inferiori ai 30 fps (valore minimo per non percepire in modo distinto il passaggio da un frame al successivo). Per giochi dalla grafica particolarmente spinta invece, come ad esempio sparatutto in prima persona, RPG in terza persona o giochi di corse, qualche restrizione a livello di dettaglio e risoluzione è necessaria per riuscire a giocare senza guardare una serie di fermi immagini… In ogni caso è bene ricordare che le schede video sono i componenti con il maggiore assorbimento di energia, se giocate sconnessi dalla rete elettrica non è lecito aspettarsi una lunga durata della carica della batteria. Inoltre vi consigliamo di giocare esclusivamente quando lo stato di carica della batteria è sopra il 50% o si è connessi alla rete, in caso contrario il sistema di gestione della carica riduce notevolmente le prestazioni della scheda video rendendo di fatto l’esperienza di gioco molto meno appagante.

La RAM installata è di 8GB ed è espandibile fino a 16 GB, è una memoria DDR3 più che sufficiente per svolgere numerose operazioni, anche tenendo più programmi aperti contemporaneamente.

Un po’ diversa la situazione per quanto riguarda l’hard disk; la capienza è ampia con un 1 TB di memoria disponibile, ma la velocità di trasferimento dati non è delle migliori e si sente soprattutto in fase di avvio del sistema operativo e dei possibili programmi che installerete. Durante la lettura di file in sequenza (situazione più facile da gestire per un hard disk) si arriva a circa 105 MB/s, le prestazioni crollano invece con file di piccole dimensioni e frammentate, scendendo fino a 0,8 MB/s. Per dare un termine di paragone, un portatile con SSD installata può riuscire a raggiungere prestazioni da 5 a 150 volte superiori. Sicuramente la scelta di non installare una SSD da parte di ASUS serve per limitare i costi e quindi mantenere un ottimo livello del rapporto prezzo/prestazioni, non aspettatevi però reazioni fulminee all’avvio da questo portatile.

Il display è come detto prima un 17”, Full HD (1920 x 1080 pixel) che vi permette di tenere comodamente più finestre aperte contemporaneamente senza perdere di leggibilità o comodità di uso delle applicazioni. La luminosità dello schermo è abbastanza buona, mediamente 254 cd/m2 ed è impostabile da un minimo di 15 ad un massimo di 270 cd/m2 in modo da permettervi di utilizzare comodamente il PC sia in ambienti molto bui senza stancare eccessivamente gli occhi che all’aperto in una giornata soleggiata. Il display è opaco e non si creano fastidiosi riflessi a causa delle luci. Usare il PC sotto il sole non è però una buona idea, per quanto luminoso lo schermo, qualche difficoltà nel distinguere certi dettagli inizia ad esserci. C’è da chiedersi però quanto spesso vi troverete ad usare un portatile così grande all’aperto sotto il sole. In condizioni di utilizzo normali il display è decisamente più che adeguato. Molto buono il contrasto statico, oltre 1500:1, un valore superiore di almeno il 30% rispetto ai concorrenti diretti che permette neri profondi a vantaggio di una resa di immagini e colori di ottima qualità. Questi ultimi coprono il 94% dello spazio di colori sRGB, valore buono ed in linea con la concorrenza. Il difetto maggiore del pannello TN del display è dovuto all’angolo di visuale relativamente stretto soprattutto quando lo si inclina rispetto alla verticale.

Molto interessante ed apprezzata la presenza dell’USB 3.1 di tipo C, capace di velocità di trasferimento molto elevate, resta però un po’ un mistero come mai vi siano ben due porte USB 2.0 ed una sola 3.0.

Concludiamo l’analisi delle caratteristiche parlando della connettività dell’ASUS X756U. Dispone ovviamente sia della possibilità di connettersi in Wi-Fi (802.11 b/g/n) che in Bluetooth (4.0), ci sarebbe piaciuto però che almeno sul protocollo Wi-Fi fossero disponibili anche la versione ac e la banda da 5 GHz, molto utile per un PC dedicato all’intrattenimento. Sia per evitare la congestione della banda classica da 2,4 GHz durante la riproduzione di contenuti audio e video sia per la maggiore rapidità permessa.

Utilizzo

L’ASUS X756U ha preinstallato Windows 10, l’avvio non è dei più rapidi, o meglio, si arriva in pochi secondi alla schermata delle credenziali però da lì a riuscire a lanciare un qualsiasi programma o anche ad aprire una cartella un po’ di tempo passa. Il problema è l’hard disk che non è dei più veloci. La buona notizia è che l’hard disk è uno dei pochi componenti che è facile aggiornare in un portatile quindi se proprio doveste vedere che non riuscite a convivere con le sue tempistiche, potete sempre sostituirlo con uno più performante.

Questo portatile si adatta bene a qualsiasi utilizzo, potete usarlo per lavoro, per studiare, per giocare o per guardarci un film; mostra qualche limite per gli impegni più gravosi come elaborazione immagini di grandi dimensioni, editing video, rendering e giochi di ultima generazione, ma non vi impedisce in assoluto di cimentarvici.

Usato per lavorare anche in batteria ha una buona durata, tenendo la luminosità al minimo e lavorando su un documento si superano tranquillamente le quattro ore, oltre 3 ore e mezzo durante la navigazione Internet, 2 ore e mezzo circa guardando un film in DVD. L’energia utilizzata è ben gestita e soprattutto il sistema di ricarica presenta tutta una serie di protezioni che vi permetteranno di mantenere la sua durata nel tempo anche dopo molte ore di utilizzo in corrente. In particolare il sistema di ricarica smette di funzionare quando il portatile raggiunge il 100% del livello di batteria e non riprende fintanto che questo non sia sceso sotto il 95%. La batteria non è rimovibile e senza questo sistema intelligente la sua durata nel tempo sarebbe sicuramente stata compromessa.

Lo spessore di 3 cm gli permette di estrarre il calore in modo molto efficace ed infatti anche sotto carico non raggiunge mai temperature eccessive, si toccano i 50°C solo nella parte alta e centrale della tastiera (tra le lettere “R” ed “U” per intenderci), ma utilizzandolo non si percepisce una temperatura così elevata. Potrebbe essere più silenzioso, in particolare l’hard disk che non sembra mai intenzionato ad interrompere il suo ticchettio.

Il touchpad è comodo sia per le grandi dimensioni che per il buon feeling e controllo che offre tramite l’utilizzo di una o più dita. Giusto i due tasti per il click sarebbero migliorabili con un’escursione leggermente inferiore. Un computer di queste dimensioni raramente lo si tiene sulle gambe ma in quelle occasioni poter evitare l’utilizzo del mouse e mantenere naturalezza nell’utilizzo è sicuramente un aspetto molto positivo. La tastiera ha un buon feedback alla pressione e permette di scrivere molto rapidamente tuttavia non riesce ad eccellere per solidità e qualità dei comandi. In particolare i tasti tendono a basculare un po’ troppo se non li si preme esattamente al centro, alla lunga alcuni possono evidenziare il problema sempre in misura maggiore al punto da doverli “riposizionare” ogni tanto. Altro piccolo neo, non è retroilluminata ed in ambienti a scarsa illuminazione diventa difficile da usare senza ricorrere ad una luce.

 

Lo abbiamo provato anche con qualche gioco e come accennato nella sezione dedicata alle caratteristiche tecniche l’ASUS X756U è in grado di regalare un po’ di svago videoludico se non si hanno eccessive pretese. Non si potrà giocare ai giochi di ultima generazione al massimo del dettaglio ma è anche difficile trovare un gioco che proprio non possa girare su questo PC, soprattutto se si accetta di scendere a risoluzioni meno elevate.

Anche l’orecchio vuole la sua parte e l’audio di questo portatile non è male, per quanto ci riguarda l’audio nei portatili, come nei telefoni, è una soluzione “di ripiego”, buona per quando non si ha modo di collegarli ad un sistema ad hoc. Tuttavia non disdegniamo l’impegno profuso da ASUS nella cura dell’audio del X756U che si lascia piacevolmente ascoltare.

Nonostante le dimensioni il PC è facile da trasportare, soprattutto per il minimo ingombro extra dell'alimentatore da 90W, così piccolo da trovare posto quasi ovunque. Come da consuetudine ASUS, la presa è una Schuco, per cui è sempre una buona idea portarsi dietro anche un adattatore.

Verdetto

L’ASUS X756U è un laptop molto valido soprattutto per il suo ottimo rapporto qualità prezzo, nella fascia media è sicuramente uno dei PC più interessanti per chi necessita di una scheda video in grado di regalare qualche soddisfazione e di un monitor di grandi dimensioni. Difficilmente troverete un PC altrettanto potente a meno degli 800 € a cui è facile trovare questo modello con processore i7 e nVidia GTX 950M. Non mancano piccoli aspetti negativi che però sono facilmente perdonabili come l’hard disk un po’ lento e la connessione Wi-Fi sicuramente migliorabile.

PRO:

  • Ottime prestazioni per il prezzo di listino
  • Design piacevole ed accattivante
  • Display ampio e dal contrasto elevato
  • Touchpad comodo
  • USB 3.1 tipo C

CONTRO:

  • Tastiera un po’ delicata e non retroilluminata
  • Wi-Fi solo 2,4 GHz
  • Hard disk lento

 

Clicca qui per acquistare ASUS X756U su Amazon

 

Alternative

Riteniamo che questo PC abbia un livello di prestazioni estremamente bilanciato rispetto al suo prezzo di listino. Le alternative quindi sono da ricercare in prodotti che offrano qualcosa di differente. Salendo di categoria, sia a livello di prestazioni che di prezzo, potreste optare per l’ASUS N752VX-GC234T, costa circa 300 € in più, che non sono pochi, ma in un colpo solo risolve tutti i “contro” di questo modello: SSD da 512 GB insieme all’hard disk da 1 TB per lo storage dei dati, tastiera retroilluminata e connessione Wi-Fi con protocollo ac, oltre a disporre di una maggiore quantità di memoria RAM ed un processore due volte più potente. Salire ulteriormente di prestazioni, richiede investimenti molto superiori.

Specifiche

Riportiamo di seguito una breve lista delle specifiche principali dell’ASUS X756U, potete consultare il sito ufficiale ASUS per ulteriori informazioni

  • Processore: Intel® Core i7 6500 U
  • Scheda video: nVidia® GeForce® GTX 950M
  • Memoria RAM: 8 GB DD3 espandibili a 16
  • Display: 17,3” Full HD
  • Memoria di archiviazione: 1 TB HDD @ 5400 RPM
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n; Bluetooth 4.0
  • Porte: 1 Combo Audio Jack / 1 USB 3.0 / 1 USB 3.1 tipo C / 2 USB 2.0 / 1 RJ45 LAN / 1 HDMI / 1 VGA / 1 lettore SD
  • Sistema operativo: Windows 10 Home
  • Dimensioni: 41,5 x 27,3 x 3,0 cm (Larghezza x Profondità x Altezza)
  • Peso: 2,7 kg

 

Hai domande sull'ASUS X756U o desideri aiuto su che prodotto acquistare?


Scrivici nei commenti o inviaci un messaggio tramite Live-Chat

 

I tag più seguiti