ASUSPRO P2520LA

La professionalità e la produttività al giusto prezzo

Matteo Esposito

Recensione

L’ASUS PRO P2520LA, fa parte della omonima serie ASUS PRO P, una serie di notebook dal buon rapporto qualità prezzo dedicata soprattutto a chi utilizza il PC per lavorare da casa o in ufficio con programmi della suite Office, navigare su Internet o, nelle versioni più potenti, elaborare dati anche in mobilità. In particolare l’ASUS PRO P2520LA è dedicato proprio alle piccole e medie imprese che intendono dotare il loro personale di un PC portatile configurato secondo le esigenze specifiche di ognuno dei propri dipendenti. Ovviamente un PC di questo tipo può trovare posto tranquillamente anche all’interno di un’abitazione, soprattutto se non se ne prevede un utilizzo videoludico. Questo portatile ASUS è venduto con molte configurazioni differenti, sia con caratteristiche entry-level che lo rendono adatto a compiti leggeri, sia dotato di processori con potenza di calcolo sufficiente a gestire anche piccole simulazioni, programmi di calcolo ed elaborazione immagini.

La versione che abbiamo provato è quella base, dotata di processore i3 5005U, 4GB di RAM e 500 GB di hard disk.

ASUSPRO P2520LA aperto vista frontale

Questo notebook viene venduto in unica variante di colore, nero opaco, a prescindere dalla configurazione ed è rivestito in alluminio spazzolato. Per quanto semplice il design curato fa sembrare subito l’ASUS P2520LA un notebook di fascia più alta, soprattutto nel caso in esame dove in realtà l’hardware è piuttosto economico. Il telaio è realizzato in un blocco unico per ridurre ogni possibile ingombro in eccesso ed aumentarne la solidità costruttiva. Essendo un PC portatile concepito per l’ambiente lavorativo deve durare a lungo e pertanto materiali o metodologie costruttive di bassa qualità non sarebbero coerenti con questo obiettivo.

L’ASUS P2520LA ha un peso di 2,4 kg e misura 45 x 31,8 x 8,4 cm mentre il monitor, misura 15,6”, abbastanza ampio quindi ma pur sempre leggero e maneggevole per le sue dimensioni. La dimensione generosa può essere comoda per chi preferisce uno schermo di dimensioni maggiori a discapito della facilità di trasporto. Un 15 pollici infatti deve essere per forza di cose trasportato in una borsa da PC o uno zaino, mentre laptop più piccoli possono essere portati con sé con maggiore comfort e facilità. Alla fine è una questione di preferenza personale e di considerare l’utilizzo che si fa del PC. Se per la maggior parte del tempo viene utilizzato in un unico posto, collegato alla corrente, maggiori sono le dimensioni, maggiore è la comodità, viceversa se siete costretti a portarlo con voi spesso. Le dimensioni da 15” fanno anche sì che la tastiera sia dotata di tasti ben separati, comodi da digitare e del comodissimo tastierino numerico.

ASUSPRO P2520LA dettaglio tastiera

L’ASUS P2520LA ha diverse porte di connettività, è dotato di una porta USB 2.0, due porte USB 3.0 di ultima generazione ed infine una porta HDMI. Sempre sui lati sono presenti la porta RJ45 per la connessione ad una rete LAN, gli ingressi/uscite jack per microfono e cuffie, un lettore di schede di memoria SD ed il lettore DVD, sempre meno utilizzato ma pur sempre utile in molte occasioni.

ASUSPRO P2520LA lato sinistro

ASUSPRO P2520LA lato destro

La confezione dell’ASUS P2520LA, ben pensata anch’essa, è composta di un cartone rigido con all’interno spazi separati per ogni accessorio come fosse una 24 ore, al suo interno troviamo: l’alimentatore, il libretto di garanzia ed il manuale di istruzioni. Non è invece presente un CD del sistema operativo, che normalmente è pre-installato.

Caratteristiche e funzionalità

L’ASUSPRO P2520LA può avere configurazioni molto diverse, nei modelli più recenti sono disponibili quattro processori Intel Core, due i3 (il 5010U ed il 5005U), un i5 (il 5200U) ed un i7 (il 5500U). Il punteggio PassMark – CPU Mark benchmark, che indica le prestazioni complessive di un processore, è rispettivamente per i due i3 di 2.881 punti per il 5005U, 3.053 per il 5010U, per l’i5 5200U è pari a 3.480 ed infine per l’i7 5500U si arriva a 3.992. Nelle versioni precedenti invece erano disponibili i processori i3, i5, i7 della serie 4000 ovvero della generazione precedente. In questo caso le prestazioni ottenibili sono leggermente inferiori, con gli i3 4010U e 4005U che arrivano ad un punteggio di 2.440 punti circa. Ricordiamo che per il CPU Mark, maggiore è il punteggio, migliore è la prestazione del processore. Quindi tra la versione base dotata di processore i3 e quella più potente dotata di i7 le prestazioni sono maggiori di circa il 30%. Questi processori sono molto simili a livello di architettura, sono tutti Dual Core, ogni processore può eseguire due “Thread” (o compiti) contemporaneamente e ciò che li distingue gli uni dagli altri sono la frequenza di clock (2 GHz per il 5005U, fino a 3GHz per l’i7) e la memoria cache che è 4 MB per l’i7, e di 3 MB per le altre. Tutti i processori sono realizzati per minimizzare il consumo di batteria ed infatti hanno un assorbimento di potenza massimo di soli 15 W.  

La scheda video è integrata ed è la versione HD Graphics 5500 in tutti e quattro i casi. Non aspettatevi quindi prestazioni interessanti per quanto riguarda i videogame, questo PC non è fatto per giocare e non mancherà di farvelo notare se mai proverete ad installare qualche gioco, anche senza troppe pretese a livello di hardware. Semplicemente lasciate stare, non fanno per lui. A maggior ragione questo vale per la versione precedente che monta la scheda video integrata HD Graphics 4400.

Anche a livello di memoria ci sono varie possibilità, dai 500 GB a 5400 RPM (il minimo ormai per qualsiasi PC) fino all’SSD da 128 GB, piuttosto rara da trovare ad onor del vero. Nel caso del computer in prova la memoria disponibile era di 500 GB a 5400 RPM. La capienza è adatta all’installazione di numerosi programmi ed il salvataggio di documenti. Riteniamo opportuno però acquistare un hard disk esterno o un’altra soluzione per l’archiviazione dati oppure per musica e film, 500 GB terminano abbastanza rapidamente, specie al giorno d’oggi dove alcuni programmi possono tranquillamente occupare 20 e più GB di memoria.

A livello di connettività, oltre al Bluetooth 4.0 troviamo due possibili schede Wi-Fi, una delle quali presenta anche lo standard 802.11 ac, estremamente performante.

Anche la batteria varia a seconda della versione scelta, e si possono avere batterie agli ioni di Litio da 4, 6 o 9 celle. Nel primo caso la capacità è di 2600 mAh, sufficienti a fa funzionare sotto sforzo il PC per un paio d’ore abbondanti, mentre nel caso della batteria “maggiorata” (da 7838 mAh) si possono arrivare a passare le quattro ore di funzionamento in modo abbastanza facile.

ASUSPRO P2520LA vano batteria

Il display LCD è disponibile con due diverse risoluzioni a seconda della configurazione: HD (1366x768) o Full HD (1920x1080). In ogni caso possiede un rivestimento antigraffio ed antiriflesso grazie ad una superficie opaca applicata la quale, ostruisce i riflessi indesiderati e migliora la qualità legata all’utilizzo facendo affaticare meno la vista. Nella versione base da noi provata il monitor ha la minore delle due risoluzioni. Considerando i 15” dello schermo è in effetti un po’ bassa e si distinguono nettamente i pixel alla distanza a cui normalmente si utilizza un portatile, difficile lamentarsi però considerato il prezzo di circa 400 € a cui è disponibile.

L’ASUSPRO P2520LA è dotato di un buon trackpad multi-touch, il controllo tramite dita è buono e sono molti i comandi impartibili semplicemente utilizzando le dita. Oltre al classico trascinamento è possibile scorrere un documento o una pagina internet utilizzando due dita e spostandole entrambe verso l’alto o verso il basso, lo zoom /rotazione aprendo o chiudendo le dita ed il finger tapping a tre dita per simulare il clic destro del mouse. Quando si è presa un po’ di dimestichezza con questi comandi se ne apprezza molto l’utilità quando non si ha un mouse a disposizione.

La porta USB 3.0 disponibile su uno dei lati permette di trasferire rapidamente dati da hard disk esterni e chiavette USB. Molto interessante anche la disponibilità dell’USB Charger che permette di caricare facilmente smartphone ed alti dispositivi portatili anche quando il portatile è spento o in modalità sleep o hibernate.

Ultima nota a tema ecologico, tema che molte aziende stanno percorrendo in diverse direzioni, ASUS si impegna a limitare l’impatto ambientali dei propri prodotti ed anche per il P2520LA annovera diverse certificazioni come EPEAT ed EnergyStar.

ASUSPRO P2520LA chiuso dettaglio alluminio spazzolato

Utilizzo

La versione da noi testata è caratterizzata dalle minime specifiche disponibili. Un computer portatile entry-level deve soprattutto non dare l’impressione di esserlo e l’ASUSPRO P se la cava abbastanza bene in questo compito. Pur essendo un oggetto economico è funzionale e non vi darà troppi grattacapi durante l’uso. A causa dell’hard disk da soli 5400 RPM l’avviamento non è dei più rapidi e vi darà il tempo per fare in attesa che tutto sia pronto. Anche con Windows 10, che è un sistema operativo dall’avvio più rapido rispetto a 7, sarete all’interno del desktop in meno tempo, ma prima di riuscire effettivamente a fare qualcosa dovrete attendere un po’. Si parla di qualche secondo ai primi avvii, che diventano un minuto o più quando avrete riempito il PC di programmi. La versione con SSD permette di avere tempi di avvio incredibilmente più rapidi, ma ha poca capienza e rischia di essere troppo limitante.

Una volta che il sistema operativo è pronto potrete aprire più programmi come Google Chrome, Outlook e Word, contemporaneamente senza risentire di eccessivi rallentamenti, anche la navigazione su Internet tenendo numerose schede aperte allo stesso tempo è fluida. 4 GB di RAM sono sufficienti per buona parte dei compiti di tutti i giorni ed iniziano ad essere limitanti solo quando si vanno ad utilizzare applicazioni come editing di foto e video molto grandi e l’utilizzo di programmi di grafica, tutte attività che il P2520LA in configurazione base non nasce per svolgere. Stesso discorso vale per i videogame, essendo privo di scheda video integrata è impensabile utilizzarlo come PC su cui giocare.

Come abbiamo più volte accennato, il P2520LA è un PC pensato soprattutto per le piccole e medie imprese, in particolar modo quelle che non dispongono di un IT manager dedicato che possa garantire la continuità del funzionamento dei PC ed il livello di sicurezza necessario.

Il primo esempio di software dedicato a questa funzione è ASUSPRO Business Center che altro non è che un plug-in integrato che comprende diverse funzioni tra cui la programmazione del back-up dei dati, il blocco selettivo dei dispositivi collegabili alle porte USB, il controllo dello stato del PC e dei software presenti. Il secondo è l’ASUS Business Manager (ABM), una semplice soluzione di sicurezza anch’essa progettata per le piccole imprese senza un ambiente IT gestito autonomamente.  Il TPM Security Chip incorporato, offre una protezione a livello hardware ed ASUSPRO P integra la scansione delle impronte digitali per l'autorizzazione di accesso ai dati personali. I suoi sensori non risentono di condizioni di errore legate alla superficie della pelle come ad esempio la sporcizia.

ASUS Smart Gesture è un altro programma integrato che permette, di attivare e disattivare impostazioni del touch pad scegliendo quali preferiamo usare e quali meno, sempre con la possibilità di cambiarle a nostro piacimento. Comprende inoltre un’opzione di “remote link”, installabile da Google Play sul pc e sul dispositivo desiderato, grazia alla quale possiamo controllare a distanza il proprio pc grazie ad una semplice interfaccia.

Grazie all’acquisto di questo laptop avremo a disposizione 3 GB di storage free una volta registrato il prodotto e creando il profilo personale tramite il sito www.asuswebstorage.com

Un’ultima nota sulla durata della batteria dell’ASUSPRO con processore i3 già con la batteria standard ha una durata abbastanza elevata, circa 2 ore mezzo utilizzandolo in modo normale. La batteria è facilmente sostituibile e per se desiderato è possibile acquistarne una a lunga durata opzionale.

Verdetto

L’ASUSPRO P2520LA nella configurazione base che abbiamo testato ci ha felicemente soddisfatti, oltre ad avere un prezzo molto competitivo è anche un laptop che permette di svolgere tutte le principale funzioni di lavoro o di svago senza eccessive pretese ed ha una durata della batteria che gli permette di funzionare anche staccato dalla corrente per un periodo sufficiente. Chiaramente oltre questo non possiamo chiedere di più a livello ludico e di “gaming”. Giocare su un portatile richiede l’investimento di cifre ben più elevate, necessarie per disporre di una buona scheda video dedicata, che oltre ai problemi di costo comporta anche un maggiore ingombro e surriscaldamento del PC, un peso superiore ed anche un alimentatore ben più ingombrante.

Alternative

Al di là delle possibili configurazioni del P2520LA che potrete trovare in commercio, le alternative alla versione base sono molteplici, noi ne abbiamo prese in considerazione tre similari ovvero l’HP 250 G5 2GHz i3-5005U, il Dell Vostro 3558 e l’Acer E5-573-33R5 Aspire. A livello di hardware sono tutti estremamente simili. Si trovano a prezzi molto variabili e ci sentiamo di darvi i seguenti consigli:

  • Controllate che la generazione del processore, Intel Core i3 5005U è la versione base più recente che viene montata su questi PC, si trovano però anche con la 4005U (una serie precedente) o il 3205U che ha prestazioni inferiori di oltre il 40% rispetto al 5005U per un prezzo molto simile
  • Controllate anche che venga fornito con sistema operativo Windows 7 / 8 o 10. Le versioni Freedos costano meno e non hanno niente che non vada di per sé, ma bisogna essere più smaliziati col PC per utilizzarle, se non siete utenti esperti, scegliete la versione con sistema operativo.

Tra le tre alternative il Dell Vostro 3558 è quello che esce in versione più “leggera” dalla fabbrica, poco software pre-installato, una scelta interessante se non vi interessano i servizi ed applicazioni fornite dal produttore ma preferite scegliere fin da subito cosa mettere o non mettere nel vostro PC. Si trova anche intorno ai 340 € sia con sistema operativo che con processore i3 5005U.

L’HP e l’Acer invece hanno anche una versione con una piccola scheda video dedicata, AMD per l’HP ed nVidia per l’Acer. In tal caso costano leggermente di più, arrivando a sfiorare i 500 € ma permette di gestire un po’ più facilmente modelli 3d di piccole dimensioni e qualche videogame “casual”.

Specifiche

Ecco una lista riassuntiva delle specifiche del ASUSPRO P2520LA in prova, altre informazioni sulle possibili configurazioni le potete trovare sul sito di ASUS:

  • Processore: Intel Core i3 5005U
  • RAM: 4GB
  • Hard Disk: 500 GB 5400RPM
  • Display: 15,6” HD (1366x768)
  • Grafica: scheda video integrata Intel HD Graphics 5500
  • Sistema operativo: Windows 7
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n / Bluetooth 4.0
  • Porte: 1 Mic-in / Cuffie out jack / 3 USB 3.0 / 1 USB 2.0 / 1 RJ45 LAN / 1 x HDMI / 1 SD reader
  • Batteria: 4 celle 2600 mAh
  • Dimensioni: 380 x 256 x 23.3 mm (Larghezza x Profondità x Altezza)
  • Peso: 2,4 kg

 

 

 

I tag più seguiti