PC da gaming in 4K a meno di 2000 euro?

Una macchina da gioco pronta anche per VR e 4K

Fabio Esposito

Articolo

Questo è un periodo molto particolare per chi ama utilizzare il PC non solo per lavoro ma anche per svago, e per svago intendiamo soprattutto quello videoludico. I titoli in uscita propongono grafica e gameplay sempre più avanzati e l’arrivo di monitor dalle risoluzioni o frequenze di funzionamento sempre più alte, per non parlare della realtà virtuale, hanno aumentato molto le richieste hardware dei PC per spingere al massimo i videogame di ultima generazione.

Allo stesso tempo però un oscuro nemico dei giocatori sta insidiando la possibilità di godersi tutto questo a prezzi accessibili: il “mining” delle valute virtuali (Bitcoin, Litecoin, ecc…). Questa nuova modalità di utilizzo delle schede video in modo massiccio, per la loro capacità di eseguire calcoli in parallelo al fine di ricavare denaro appunto dall’attività di “mining” ha influenzato pesantemente il costo di schede grafiche, specie quelle più potenti, e delle memorie RAM.

Ogni speranza di riuscire a creare un’ottima macchina da gioco ad un prezzo ragionevole è perduta? Non ancora! In questo articolo vi elenchiamo una serie di componenti che a nostro parere permettono di creare un computer in grado non solo di comportarsi egregiamente con i titoli di oggi ma anche di essere pronto per le sfide dei prossimi anni.

Da questo elenco sono escluse tutte le periferiche, sia di controllo (come mouse e tastiera) sia audio e video come casse e monitor. Il motivo è molto semplice, ognuna di queste è un prodotto separato su cui si possono fare scelte tra le più disparate in base al budget ed alle proprie esigenze o preferenze, mentre il PC, anche se formato da numerosi componenti, è una macchina che funziona come insieme, dalla sinergia tra i diversi elementi che lo compongono.

L’obiettivo è quello di realizzare un PC Desktop capace di far giocare ad almeno 30 fps a 4K, con la maggior parte dei videogame al massimo livello delle impostazioni grafiche, mantenendosi però sotto la soglia dei 2000 euro (IVA inclusa). Questa è una cifra importante sì, ma non fuori luogo per una macchina da gioco che accetta davvero pochi compromessi. Per giustificare maggiormente una cifra del genere per l’acquisto di un computer abbiamo anche voluto far in modo che potesse essere un valido supporto anche per applicazioni che poco intaccano la grafica rispetto a quanto non facciano con RAM e processore.

Scheda video: GTX 1080

Partiamo quindi con il componente cardine della nostra macchina da gioco: la scheda video. Per garantire il risultato che ci siamo prefissati di 30 fps@4K al massimo dei dettagli l’unica scelta ragionevole è la GTX 1080. Questo mostro di potenza è dotato di 2560 Cuda Cores forte del nuovo processo produttivo a 16 nm, una RAM GDDR5X di ben 8 GB ed una frequenza di clock di oltre 1600 MHz. Nel nostro caso abbiamo optato per un’ottima Zotac amp! Edition, non solo performante ma anche ben realizzata, raffreddata adeguatamente e tra le più economiche GTX 1080 in commercio.

Il prezzo di acquisto è salito molto recentemente, tanto da essere difficile da trovare a meno di 700 euro. Il valore minimo che ha toccato negli ultimi mesi è però intorno ai 480/500 €, ci sono quindi buone possibilità che in un futuro, speriamo non troppo lontano, torni ad essere disponibile per quella cifra. Intanto però teniamo come limite, i 680 euro a cui è attualmente disponibile qui.

zotac gtx1080 amp edition

Processore: Intel i7-8700K

AMD ha lanciato una sfida notevole ad Intel con i processori Ryzen ed il loro elevato numero di core. Tanto che per applicazioni che utilizzano molto la divisione in thread distinti dei processi sono sicuramente i migliori attualmente sul mercato. Per quanto riguarda il settore videoludico invece sono ancora pochi i titoli che si avvantaggiano più per l’elevato numero di thread che per un’alta frequenza di clock, motivo per cui il processore che abbiamo scelto per questo PC è un Intel Coffee Lake. L’i7-8700 K ha una frequenza di clock massima davvero elevata, fino a 4,7 GHz quando si utilizza un solo Core. A questo punto sarebbe lecito chiedersi perché un i7 e non un i5, e questo è dovuto alla volontà di giustificare l’acquisto del PC permettendogli di avere ottime prestazioni anche oltre il contesto del gioco. L’i7-8700K ha 6 core fisici ognuno capace di gestire due thread distinti, cosa che l’i5 non è in grado di fare. La scelta tra versione K o normale dipende principalmente dal considerare se si ha intenzione di effettuare l’overclock del processore oppure no, cosa che a sua volta dipende da quanto ci si vuole spingere con la dissipazione del calore. Abbiamo preferito tenerci un po’ di margine di sviluppo per il futuro e pertanto scelto la versione K, che ha un costo superiore, anche se non di molto rispetto al processore “bloccato”.

Il cuore della nostra macchina da gioco lo si può trovare in vendita tra i 340 ed i 310 euro.

intel i7-8700k processore overclock

RAM: Kingston Hyper X Fury DDR4 2400 MHz

La RAM è indispensabile, non solo come quantità ma anche come rapidità. Oltre una certa soglia, circa 2400 MHz, i benefici in termini di fps all’aumentare della frequenza di clock delle RAM si vanno a ridurre sensibilmente, mentre il prezzo continua a salire in modo consistente. A nostro parere la soglia oltre la quale ha poco senso investire sono i 2400 MHz, ma se avete un’opinione differente, fatecelo sapere nei commenti in fondo all’articolo. Per quello che riguarda la quantità invece l’ideale è non scendere al di sotto dei 16 GB. Le RAM, insieme alle schede video, sono i componenti che più di ogni altro hanno visto aumentare vertiginosamente il proprio prezzo in quest’ultimo anno, ma a differenza della scheda video, possono essere comprate in moduli. Il consiglio quindi è di partire magari con un banco da 16 GB, per poi aggiungerne un altro quando il prezzo tornerà a scendere. A meno che non abbiate necessità o piacere di utilizzare il nuovo PC anche per compiti pesanti in termini di memoria, come l’elaborazione di file audio e video di grosse dimensioni, in questo caso investire su 32 GB di RAM è comunque una buona idea.

Il costo per un singolo wafer da 16 GB è di circa 160-180 euro attualmente, comprandone due insieme il prezzo scala praticamente in modo proporzionale e non ci sono grossi vantaggi in termini economici.

kingston hyperfury X 32 GB RAM DDR4 2400 MHz

Scheda Madre: MSI Z370 SLI PLUS

Una volta scelto il processore, la versione della scheda madre è una scelta a dir poco obbligata. In questo caso una Z370. MSI è un brand che ha diversi modelli di scheda madre Z370 in grado di ospitare l’i7-8700K. Nell’ottica di una futura espandibilità abbiamo optato per una versione SLI, capace quindi di ospitare anche una seconda scheda GTX 1080. La MSI Z370 SLI PLUS dispone inoltre di una serie molto ricca di porte USB 3.1, una buona configurabilità ed il supporto per il SSD NVMe; non ultimo, è bella da vedere.

La MSI Z370 SLI Plus è disponibile su Amazon ad un buon prezzo, circa 143 euro, si può arrivare a qualcosa di meno ma difficilmente sotto i 125 euro.

msi z370 sli plus scheda madre

Dissipatore: Noctua NH-D9L

Per mantenere al fresco il processore, data anche la possibilità di overclock è meglio optare per un dissipatore dedicato. In questo caso abbiamo scelto un modello prodotto da Noctua, marchio austriaco specializzato in soluzioni per il raffreddamento di processori. Il modello NH-D9L si adatta al socket LGA1151 del processore Intel Coffee Lake. Non è un dissipatore enorme, con una base di 95x95 mm ed un’altezza di 125 mm, per buona parte occupata dalla ventola 90 mm di diametro e lo scambiatore alettato. A riprova delle sue dimensioni Noctua dichiara infatti una compatibilità del 100% con le schede da montare su PCIe anche in case mini-ITX. La massima rumorosità è di 22,8 dB a 2000 RPM, praticamente silenziosissima e grazie al buon volume d’aria spostato pari a 78,9 m3/h è in grado di garantire un ottimo raffreddamento del processore.

Questo dissipatore NH-D9L di Noctua è in vendita tra i 45 ed i 60 euro.

dissipatore noctua nh-d9l per processore intel i7-8700k socket lga 1151

SSD: Samsung 960 EVO M.2 500GB

Niente di meglio di una memoria allo stato solido collegata alla porta M.2 per raggiungere velocità di caricamento elevatissime. Questo modello in particolare è in grado di arrivare fino a 3,2 GB/s in lettura e 1,8 GB/s in scrittura. Con 500 GB di spazio a disposizione non si deve nemmeno scendere a compromessi tra giochi e programmi da installare su un “disco” veloce, come questo o uno più capiente ma più lento.

Per acquistare il Samsung 960 EVO M.2 da 500 GB servono circa tra i 200 ed i 220 euro, a seconda del negozio e delle offerte.

samsung ssd 960 evo m2 500gb

Alimentatore: Corsair CX750M

Sia il processore Intel che la scheda video nVidia sono dei passi avanti in termini di efficienza energetica rispetto alle versioni precedenti, in ogni caso, non crediamo che sia il caso di scendere sotto i 750W. Il Corsair CX750M è un alimentatore certificato “Bronze” ovvero con un’efficienza di almeno l’80%. In realtà nel caso di alimentazione a 50Hz come avviene in Italia l’efficienza minima è ancora superiore. Dispone di un connettore ATX, formato per cui è realizzato, un connettore EPS, 2 connettori floppy, 6 connettori per periferiche a 4 pin, 4 connettori PCIe e ben 8 connettori SATA.

L’alimentatore Corsair CX750M è disponibile su Amazon a poco più di 100 euro, cercando su Internet si può comunque trovare fino a poco meno di 90 euro.

corsair cx750m alimentatore semi-modulare efficienza bronze

Case: CoolerMaster Masterbox Lite 5

Per ospitare tutti questi componenti serve un case all’altezza. Questo modello lo abbiamo scelto per la sua buona organizzazione interna e le buone dimensioni. Non neghiamo inoltre che il suo design pulito e versatile grazie alle mascherine colorate rimuovibili ci ha immediatamente conquistato. La presenza di porte USB 3.0 sulla parte alta della faccia anteriore è un ulteriore aspetto positivo. In questa fascia di prezzo è davvero un prodotto ottimo sotto molti punti di vista.

Il CoolerMaster Masterbox Lite 5 si trova in vendita su Amazon a circa 55 euro, è possibile trovarlo però anche a prezzi leggermente inferiori, fino a circa 45 euro.

coolermaster masterbox lite 5 case per pc

Wi-Fi: TP-Link Archer T2U

Tecnicamente questo non è un componente del PC, ma una periferica. Visto però che anche per un PC Desktop poter sfruttare una connessione Wi-Fi è fondamentale in certi casi, lo inseriamo tra i prodotti di questa lista. La chiavetta TP-Link Archer T2U è di piccolissime dimensioni e trova facilmente posto in una delle porte USB frontali del case. Può ricevere sia segnale a 2,4 GHz che a 5 GHz, la velocità di connessione non è elevatissima, 300 Mbps + 300 Mbps ma sufficiente per un uso classico: download e navigazione web, streaming audio video da Internet e così via.

Il costo del TP-Link Archer T2U è praticamente irrisorio nel totale della spesa, circa 20 euro su Amazon.

adattatore wi-fi tp-link archer t2u

Il prezzo complessivo per l'acquisto di questi prodotti è tra i 2000 ed i 1850 euro circa, e probabilmente è destinato a salire leggermente nel tempo, fino a quando non cominceranno nuovamente a calare i prezzi di schede video e RAM. Se quindi la vostra macchina da gioco ha i giorni contati e volete passare a qualcosa di potente, può ancora essere un buon momento per investirci. 

Avete assemblato un PC di recente? Raccontateci che cosa avete scelto nei commenti. Se invece state ci state pensando e avete qualche domanda, non esitate a contattarci per avere consigli utili!

I tag più seguiti