LG G4

Uno smartphone di fascia alta potente ed innovativo

Matteo Esposito

Recensione

L’LG G4 è uno Smartphone da 5,5” (148,7 x 76,7 x 9,8 mm AxLxP) leggero per le sue dimensioni (155 grammi) e dal design molto intrigante non solo alla vista ma anche al tatto, grazie alla possibilità di avere la cover realizzata in pelle. Acquistando la versione in pelle di concia al vegetale, il sistema più antico e pregiato di lavorazione della pelle, potrete sostituire quella standard realizzata in plastica che è comunque presente all’interno della confezione insieme al classico cavo usb-micro usb per l’alimentazione, l’alimentatore e le cuffie quadbeat marcate LG. Suggeriamo di comprare la versione in pelle, le cui varianti di colore sono rosso, nero ed arancione (ocra). La cover in pelle nera ha la pelle battuta, non è facilmente graffiabile e non assorbe particolarmente segni ed usura.

Altro elemento distintivo è la forma leggermente arcuata del lato posteriore che garantisce una maggiore praticità nel tenerlo fra le mani, risulta però scomoda se usiamo il telefono posato su una superficie; infatti il telefono oscilla quando appoggiato a causa della curvatura della cover.

Caratteristiche tecniche

Lo schermo del G4 da 5,5” ha una definizione di 2560 x 1440 pixel ed ha una leggera curvatura, apprezzabile osservandolo di lato. La qualità visiva è garantita dalla tecnologia “ips quantum” introdotta da LG che permette un maggior contrasto (+50% rispetto al G3) e migliore gamma cromatica (+20% rispetto al G3). In generale, la resa è paragonabile a quella di un Samsung S6 o di un iPhone 6. La tecnologia in – cell touch aumenta la reattività e la risposta dello smartphone al tocco e fornisce maggiore visibilità alla luce del sole (problema noto e fastidioso di molti dispositivi).

Il processore è un hexa-core Snaprdragon 808, è sufficientemente potente per gestire con fluidità molte applicazioni disponibili per il l’OS Android Lollipop 5.1, qualche limite si ha con i giochi particolarmente esigenti a livello grafico. Rispetto all’810 infatti è meno potente soprattutto in termini di prestazioni grafiche, è probabile che LG lo abbia scelto per limitare il surriscaldamento del telefono, che in effetti non tende a scaldarsi particolarmente. Il G4 dispone di 32 GB di memoria interna di archiviazione e 3GB di memoria RAM, molto utili per mantenere più applicazioni aperte contemporaneamente senza compromettere la rapidità con cui è possibile passare da una all’altra. Decisamente interessante anche la presenza di uno slot MicroSD che permette di aumentare ulteriormente la memoria del dispositivo.

Uno degli elementi tecnici di maggior rilievo su questo telefono è la fotocamera. Ha un sensore da 16 megapixel e monta un piccolo obiettivo composto da 6 elementi distinti che permettono di raggiungere un’apertura massima di f/1.8, notevolmente aumentata rispetto al modello precedente. In questo modo è possibile raccogliere molta più luce e le foto scattate in ambienti poco illuminati migliorano notevolmente. Molto utili per evitare l’effetto mosso ed errate messe a fuoco sono anche la messa a fuoco laser e lo stabilizzatore ottico. Anche la resa dei colori è molto buona, anche grazie all’utilizzo di un sensore dello spettro con tecnologia ad infrarossi in grado di bilanciare i colori dell’immagine anche se scattati con poca luce. Niente di particolare da riportare sulla fotocamera frontale; è abbastanza buona, con i suoi 8 megapixel di risoluzione, e vi permetterà di scattare selfie su selfie (sì, vanno ancora di moda). Tramite la fotocamera posteriore possono essere girati video sia in Full-HD che in 4K, la qualità video è molto buona, quella audio invece non è sempre all’altezza.

Lo speaker presente sul lato posteriore del telefono fa il suo dovere ma non brilla come qualità rispetto a quello di altri telefoni come ad esempio l’HTC One M9, d’altronde acquistare un telefono per l’alta fedeltà nella riproduzione dei brani sarebbe un po’ come acquistare un’auto per l’ottimo funzionamento dell’aria condizionata, è un dettaglio importante, ma rimane un dettaglio.

La Batteria da 3000 mAh fornisce un’autonomia in standby di circa 100 ore e fino a 2.5 – 3 ore di utilizzo con schermo attivo, in ogni caso con un utilizzo giornaliero normale si riesce ad avere un’autonomia sufficiente a non dover ricaricare il telefono più di una volta al giorno.

Utilizzo

L’interfaccia utente dell’LG è chiara e si sposa molto bene con il sistema operativo Android. L’idea alla base è quella di rendere più facile l’utilizzo del telefono e questo si vede per esempio nella funzione Event Pocket che permette di unificare i calendari delle diverse applicazioni installate in un unico posto da cui è quindi possibile tenere traccia di tutti i nostri impegni. Interessante la funzione “Smart settings” che configura automaticamente alcune impostazioni, ad esempio il livello del volume o l’impostazione del Wi-Fi in base alla posizione dove siamo ed altre situazioni similari come in un ufficio etc. Lo “Smart notice” imposta le funzioni ricorrenti in maniera automatica ricevendo consigli personalizzati a seconda delle nostre esigenze quindi sul tempo, notizie sui viaggi e tanto altro ancora. Sempre all’insegna del confort di utilizzo le funzioni Smart Lock e Knock ON. La prima è un innovativo sistema di protezione che permette di bloccare il telefono a meno che non si verifichino condizioni o luoghi particolari come ad esempio inquadrare il volto nella fotocamera o ad esempio se il dispositivo non è collegato ad un dispositivo Bluetooth verificato. La seconda permette, se in modalità ON, di attivare velocemente il G4 toccando lo schermo in un riquadro di 2x2 senza premere il pulsante dell’accensione/spegnimento, a seguito di ciò potremo poi impostare un knock code in caso ci dimenticassimo della sequenza impostata del knock ON.

Molta attenzione è riposta anche sull’utilizzo della fotocamera, sia tramite la possibilità di controllare lo scatto della fotocamera anteriore con dei semplici gesti della mano, sia attraverso il controllo molto spinto che permette sui parametri di scatto, tra cui bilanciamento del bianco, ISO, rapidità otturatore, esposimetro, blocco esposizione e messa a fuoco manuale. In questo modo con la fotocamera si può anche essere artistici, ad esempio catturando delle immagini in movimento lasciando il diaframma aperto più del dovuto in modo da ottenere dei piacevoli effetti come le “scie di luci”. Non è possibile fare lo stesso invece per quanto riguarda i parametri di ripresa video, anche se non è una funzione di cui si sente la mancanza.

Verdetto

Non avremmo pensato di riprovare dai tempi dell’LG a conchiglia un telefono LG che ci desse questo feedback ma il G4 è un telefono molto valido, che sale sul podio dei grandi ed è un buon acquisto soprattutto, per il prezzo al quale viene proposto oggi giorno ovvero intorno ai 300 euro continuando ad essere in discesa.

D’altro canto parlando di difetti possiamo constatare che la vibrazione non è molto incisiva e il modello in questione non introduce molte nuove funzioni rispetto al modello precedente, pecca che si aggiunge al fatto di non supportare la ricarica wireless che era invece presente in passato.

PRO:

  • Ottimo rapporto qualità prezzo
  • Molto buona la fotocamera
  • Durata della batteria sufficiente per una giornata

CONTRO:

  • Prestazioni leggermente inferiori rispetto ad altri concorrenti
  • Memoria interna di solo 32 GB

Alternative

Due ottime alternative sono il più noto Samsung S6 e l’HTC ONE m9. Ognuno di questi telefoni ha le proprie peculiarità ma non sono poi così lontani gli uni dagli altri. Diciamo che per estetica si potrebbe preferire l’LG G4 mentre l’HTC possiamo indicarlo a chi vuole distinguersi da modelli visti e stravisti come ad esempio il Samsung. Il Samsung vince il confronto con l'LG per quanto riguarda le caratteristiche tecniche (almeno sulla carta), anche se di poco, è quindi leggermente più performante ma in parte per questo ed in parte per la batteria in grado di stoccare una quantità minore di energia, tende a non arrivare a fine giornata, a differenza dell'LG. Difficile scegliere tra HTC ed LG invece, le differenze sono minime sia livello di prestazioni che di qualità del display, LG è leggermente migliore per quanto riguarda la resa della fotocamera, l'HTC è leggermente migliore a livello di usabilità del software... potete scegliere anche in base ai materiali, pelle o metallo.

Specifiche

Per finire, riportiamo come di consueto una breve lista di specifiche del prodotto recensito. La versione dettagliata la potete trovare direttamente sul sito di LG, qui.

  • Rete: 4G LTE / HSDPA / HSUPA / UMTS / GSM / EDGE / GPRS
  • Formato SIM: microSIM
  • OS: Android 5.1
  • Processore: CPU 64bit Hexa-Core 1.8 GHz Qualcomm Snapdragon 808, GPU Adreno 418
  • RAM: 3GB LPDDR3
  • Memoria interna: 32 GB (24,5 GB a disposizione)
  • Memoria espandibile: Sì fino a 128 GB
  • Schermo: Touchscreen IPS Quantum 5,5”
  • Risoluzione schermo: 1440 x 2560 px
  • Fotocamera: 16 Mpx apertura f/1,8 (posteriore) / 8 Mpx apertura f/2 (frontale)
  • Modalità di scatto: Automatica / manuale (tempo di scatto, ISO, messa a fuoco, bilanciamento del bianco, salvataggio in RAW)
  • Risoluzione video: Ultra HD
  • Ripresa ad alta velocità: 120 fps in Full HD
  • Connettività: USB (2.0) / Bluetooth / Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac / NFC / GPS / DLNA
  • Uscite: video TV slimport 1080p, 60 Hz / audio jack 3,5mm
  • Speaker: posteriore 1 W
  • Radio: FM
  • Sensori: Movimento / Prossimità / Luminosità / Bussola / Contapassi / Accelerometri
  • Batteria: 3000 mAh Li-ion
  • Autonomia: < 100 ore (standby) / < 4 ore (conversazione)
  • Dimensioni: 148,9 x 76,1 x 9,8 mm
  • Peso: 159 g (pelle) / 155 g (standard)

 

I tag più seguiti