Linksys RE7000

Semplicissimo da configurare e decisamente veloce

Fabio Esposito

Recensione

La presenza di connessioni wireless all’interno di abitazioni, uffici ed edifici pubblici è ormai una costante, tale quasi da farci stupire a volte della loro assenza piuttosto che il contrario. Nel caso però di luoghi dalle dimensioni estese è raro che tutta la copertura sia garantita da un unico router.

Per ovviare al problema moltissimi, se non tutti i produttori di router wireless ha a catalogo anche alcuni prodotti, chiamati Range Extender che come il loro nome suggerisce, permettono di aumentare la dimensione in cui la connessione è disponibile.

linksys re7000 confezione

Linksys, che fa capo alla più nota Belkin, è un marchio USA che è specializzato in sistemi di ricezione e trasmissione wireless, soprattutto in campo domestico ed in uffici di dimensioni medio piccole.

Per quanto riguarda i Range Extender Linksys dispone di una gamma davvero molto estesa, con prodotti per le esigenza più disparate, dai piccoli modelli da parete a quelli più potenti da posizionare su un piano di appoggio e che ricordano più dei router veri e propri.

Il modello che abbiamo provato è il RE7000, il più potente tra quelli proposti per il mercato italiano. Per chi immagina un range extender come un piccolo prodotto da presa elettrica il RE7000 potrà sembrare un po’ più grande del solito. Con i suoi 126 x 81 x 46 mm e 255 g di peso non è piccolissimo ma non è certo difficile trovargli una giusta collocazione.

Linksys, al pari di altri produttori è molto attenta al design di questi oggetti, il look è dominato dal colore bianco lucido ed una discreta pulizia delle linee. Sembra voler far di tutto per non farsi notare ma al tempo stesso essere gradevole alla vista quando capita di soffermarsi a guardarlo.

Sulla faccia frontale è presente un unico LED di stato oltre al logo e la scritta del modello. Sul lato invece sono inseriti lo switch per l’accensione e lo spegnimento oltre al tasto WPS e quello di reset, accessibile solo con un oggetto appuntito. Infine, nella parte inferiore è presente una porta Ethernet per il collegamento ad una rete LAN, fondamentale quando viene usato come Access Point.

All’interno della confezione sono presenti una guida rapida ed un opuscolo informativo, cioè tutto quello che occorre.

linksys re7000 contenuto della confezione

Caratteristiche e funzionalità

La caratteristica fondamentale di un range extender è la velocità massima di trasmissione, che indicativamente dovrebbe essere pari o superiore a quella del router principale. Per quanto riguarda questo aspetto il RE7000 di Linksys è veramente un prodotto veloce, ed è in grado infatti di arrivare fino a 1733 Mbps sulla banda da 5 GHz e 300 su quella da 2,4 GHz.

Come per altri prodotti Linksys però uno dei punti salienti è la tecnologia MU-MIMO (Multi-User, Multiple-Input, Multiple-Output) che permette di sfruttare al massimo la potenzialità della rete wireless dato che il router (o il range extender in questo caso) non dovrà attendere che il primo dispositivo collegato venga servito per trasmettere al successivo. In questo modo la latenza ed il buffering si riducono ed al tempo stesso anche gli oggetti collegati in wireless consumano un minor quantitativo di energia, non dovendo mantenere aperto un canale di comunicazione anche quando questo non viene utilizzato.

Altra funzionalità interessante e davvero utile, specie quando si hanno più range extender diffusi all’interno dell’abitazione (o dell’ufficio) è quella offerta dalla tecnologia “Seamless Roaming” che permette ai dispositivi collegati alla rete di passare dal router al range extender e viceversa in modo totalmente automatico. Non si hanno quindi problemi di disconnessione da servizi internet o interruzione dello streaming dei contenuti passando dalla connessione servita dal router a quella del range extender. Se vi capita di giocare online con qualche gioco per smartphone, probabilmente avrete già capito l’utilità di questa funzione.

Non manca nemmeno la possibilità di sfruttare entrambi i canali per massimizzare la velocità di trasmissione, tramite la tecnologia chiamata “Cross Band” e quella di “Beamforming” che permette al segnale Wi-Fi di focalizzarsi su un dispositivo, migliorandone la connettività.

linksys re7000 vista laterale

Ovviamente, è in grado di funzionare anche da Access Point, creando una connessione Wi-Fi dopo avergli trasmesso il segnale tramite cavo Ethernet. Se non si usa questa modalità inoltre può sfruttare la porta Gigabit Ethernet per connettere dispositivi che non possono sfruttare la connessione Wireless o che ne verrebbero limitati in velocità per la loro incapacità di gestire protocolli 802.11 rapidi come l’ac.

Utilizzo

Alla corposa serie di specifiche tecniche e di funzionalità, il range extender di Linksys affianca una semplicità di configurazione alla portata di chiunque. Bastano pochi minuti per essere pronti con il sistema in funzione.

Linksys dichiara che il RE7000 è compatibile con qualsiasi modello di router, come è logico aspettarsi, e fornisce come molti altri produttori diverse modalità per il collegamento al router principale. In assoluto la più comoda è quella tramite il tasto WPS posto su un lato del range extender. Eventualmente è possibile configurarlo anche tramite la procedura guidata sfruttando un PC, uno smartphone o un tablet.

Per il posizionamento, qualora si volesse essere estremamente precisi, si può fare affidamento sull’aiuto offerto dall’app di Linksys Spot Finder” che permette di determinare il punto ideale in cui posizionare il range extender al fine di massimizzare la forza del segnale nelle zone che sono coperte dal router o dal range-exteder.

linksys re7000 vista frontale con led di stato

Lo abbiamo testato a lungo con un router TP-Link non proprio all’altezza della prestazione offerta dal range-extender in termini di velocità. Ma possiamo confermare che la rapidità di trasmissione c’è eccome. Sì è comportato bene con qualsiasi dispositivo ad esso connesso. In seguito all’uso prolungato diventa abbastanza caldo in superficie ma se posizionato in una zona libera non è mai un problema. In ogni caso non sembra mai richiedre un reset “forzato”, anche dopo un paio di mesi attaccato alla presa di corrente a trasmettere dati, non ha mostrato cenni di cedimento.

Come copertura, posizionandolo più o meno a metà di un appartamento disposto in lunghezza e con alcune pareti interne, non ha avuto problemi a coprire tutte le zone anche se dobbiamo direi che forse l’assenza di un’antenna esterna può limitare la possibilità di orientare il segnale nella direzione desiderata.

Su una rete internet che via cavo riesce a registrare fino a 86 Mbit in download, con il setup composto da un PC fisso, una chiavetta Linksys WUSB-6400M, il range extender RE7000 ed il router TP-Link siamo riusciti ad arrivare a circa 74 Mbit, davvero niente male. Un risultato migliore di quanto raggiunto precedentemente con altre combinazione di chiavette USB / range-extender. Siamo quindi decisamente soddisfatti su questo aspetto

linksys re7000 vista inferiore con presa ethernet per uso come access-point

Verdetto

Poco da dire sul RE7000 se non fare un plauso a Linksys per un prodotto ben progettato e realizzato, capace di offire prestazioni di alto livello con un’ottima stabilità. Anche considerando il costo di poco più di 90 euro resta un prodotto con un ottimo rapporto qualità/prezzo con l’unico difetto rappresentato da una mancanza di antenne orientabili che forse ne limitano un po’ la portata del segnale per chi cerca qualcosa in grado di coprire davvero lunghe distanze

PRO:

  • Prestazioni di ottimo livello
  • Stabile
  • Bel design

CONTRO:

  • Copertura del segnale non elevatissima

Alternative

Vediamo alcune possibili alternative al prodotto Linksys per chi stesse cercando un range extender di pari velocità.

Principalmente le opzioni sono due: l’EX7000 Nighthawk di Netgear o il TP-Link RE500. Entrambi, come il Linksys sono buoni prodotti, con alle spalle due brand con esperienza decennale nel settore dei sistemi di diffusione e ricezione dei segnali Wi-Fi.

Il Netgear ha come pregio la disponibilità di più antenne ed in generale una maggiore copertura del segnale rispetto al Linksys ma a fronte di un costo più alto di circa il 50% e l’assenza della tecnologia MU-MIMO che invece è in grado di fornire il Linksys. Netgear infatti la propone solo per altri modelli di range extender, nessuno dei quali dotato di antenne.

Per quanto riguarda invece il TP-Link siamo davanti ad un prodotto analogo per prezzo e tecnologie offerte, dal beamforming a MU-MIMO, rispetto a quanto proposto da Linksys. In più ha una serie di antenne orientabili però solo in una direzione. Rispetto al Linksys ha una minore capacità di mantenere elevata la prestazione al crescere del numero di dispositivi connessi.

Quale acquistare quindi? Se il problema è la copertura del segnale, forse meglio optare per il Netgear se non avete dispositivi in grado di gestire connessioni MU-MIMO, o il TP-Link nel caso in cui ne abbiate. Se invece cercate un prodotto che possa comunque coprire una buona area con ottime prestazioni e stabilità, rinunciando però forse a qualche metro di copertura, meglio optare per il Linksys RE7000 appena recensito

Specifiche

Riportiamo qui di seguito alcune delle specifiche principali del Linksys RE7000, potete trovare maggiori informazioni sul sito del produttore.

  • Velocità di trasmissione: 300 Mbps N + 1733 Mbps AC
  • Canali disponibili:  2,4 GHz e 5 GHz
  • Porte ethernet: Sì, una Gigabit
  • Funzionalità: Beamforming, MU-MIMO compatibile, Seamless Roaming
  • Standard di connessione supportati:  802.11 b/g/a/n/ac
  • Configurazione: tramite tasto WPS o broswer
  • Dimensioni: 126 x 81 x 46 mm
  • Peso: circa 255 g

 

I tag più seguiti