HP Pavilion Wave

Uno dei più PC esteticamente più belli di sempre

Fabio Esposito

I Personal Computer da scrivania, specie quelli legati all’ambiente Windows / Linux, non hanno una particolare attrattiva come oggetti d’arredamento, anzi spesso vengono segregati sotto la scrivania per essere il più possibile nascosti alla vista. Anche da parte dei produttori di hardware non vi è mai stato troppo interesse nel realizzare PC desktop esteticamente piacevoli. Fa eccezione il particolare design di alcuni PC completamente “tuned” che, un po’ come le auto elaborate, sono fatti per essere messi in mostra, ma non sono apprezzati da tutti proprio per la loro vistosità al punto da trovare spazio principalmente all’interno di una cameretta o uno studio. Pensare di tenere un PC desktop in bella vista in salotto sarebbe fuori discussione per il 99% delle famiglie. Parliamo di PC in quanto nel mondo Apple invece il design ha sempre avuto un ruolo fondamentale, al punto da essere spesso uno dei motivi principali che portano alla scelta di un prodotto Apple, anche a discapito della prestazione.

L’HP Pavilion Wave si ispira alla filosofia della casa di Cupertino e soprattutto al suo modello Mac Pro, un piccolo cilindro nero dalle elevate prestazioni. Il Pavilion Wave visto dall’alto ha un’insolita forma a triangolo con angoli smussati che ricorda un pistone di un motore rotativo Wankel. Ha un aspetto davvero elegante, al punto che se non si fa caso alle porte poste sulla parte posteriore difficilmente a prima vista si potrebbe intuire la sua funzione. Lo si potrebbe facilmente scambiare per un diffusore acustico di design, e non si sbaglierebbe del tutto! Una delle peculiarità di questo modello è infatti lo speaker posto sulla parte superiore che grazie alla particolare sagomatura della parte alta del diffusore gli permette di emettere suoni e musica in ogni direzione con un unico driver. L’audio è stato studiato dal noto brand Bang&Olufsen e non ci stupiremmo se vi fosse stata una compartecipazione con HP per il design del prodotto. Il look “da speaker” è enfatizzato dalla stoffa che riveste tutta la superficie laterale dell’HP Pavilion Wave, fanno eccezione solo una piccola zona frontale dove è posta un’uscita jack audio ed un ingresso USB oltre ad una zona posteriore dove trovano posto il tasto di accensione e spegnimento e tutti gli altri ingressi ed uscite: 2 USB 3.0, 1 USB 3.0 (tipo C), 1 HDMI, 1 DisplayPort, 1 Ethernet Gigabit LAN, 1 ingresso per SD 3 in 1 e la presa per l’alimentatore da 180 W. Grazie alle porte video può supportare un monitor o TV a 4K o due display QHD.

hp pavilion porte posteriori

L’elegante involucro nasconde un’architettura a triangolo che permette di ottimizzare gli spazi e migliorare la ventilazione, come avviene nel Mac Pro. Esistono due versioni dell’HP Pavilion Wave ed entrambe sono dedicate ad un uso “domestico” del PC: le specifiche permettono buone prestazioni ma non fanno certo gridare al miracolo ed il rapporto tra prezzo e prestazioni è più vicino a quello dei PC portatili (che però sono dotati di un monitor) che a quello di un PC desktop. Le dimensioni sono estremamente compatte: 17,3 x 16,8 x 23,5 cm ed il peso è di poco superiore ai 2 kg.

La versione meno potente ha un prezzo di 799 € e monta un processore Intel Core i3-6100T, un dual core da 3,2 GHz e 3 MB di cache che è comunque più potente degli i7-6500U a basso consumo presenti all’interno di molti portatili dal prezzo analogo. La scheda video Intel HD 530 è integrata nel processore, potremmo quindi dire che questa versione base è più adatta a chi non intende utilizzare il PC per dedicarsi a giochi o programmi di grafica che richiedano la visualizzazione di modelli 3d molto elaborati sullo schermo. La RAM è da 8 GB SDRAM DDR4 a 2133 MHz, più che sufficiente per accedere rapidamente a più applicazioni contemporaneamente. Buone le capacità di archiviazione, con due drive: un SSD da 128 GB collegato tramite PCIe ed un hard disk da 1 TB a 7200 RPM. Anche la connettività è ad ottimi livelli e pensata per lo streaming di contenuti audio e video ad alta risoluzione, con Wi-Fi che supporta i protocolli 802.11a/b/g/n/ac ed il Bluetooth 4.2.

La versione più potente invece ha un costo leggermente superiore, 999 € ed è pensata per un utilizzo anche orientato al gioco o alle applicazioni di grafica, dispone infatti di una scheda video dedicata AMD Radeon R9 M470 da 2GB di memoria GDDR5 ed un processore più potente Intel Core i5-6400T quad-core da 2,2 GHz e 6 MB di cache, che permette un incremento di prestazioni di circa il 25% rispetto al modello base.

hp pavilion wave vista frontale

Entrambe le versioni sono dotate di un sistema operativo Windows 10 Home 64 bit. Grazie al microfono integrato all’interno del PC si avrà quindi a disposizione Cortana come assistente personale in grado di pianificare riunioni, impostare promemoria o aiutarci nelle ricerche su internet, semplicemente con comandi vocali. Non mancano comunque in dotazione sia i classici mouse e tastiera, entrambi wireless per essere utilizzati comodamente anche dal divano.

L’HP Pavilion Wave è quindi sia un PC desktop elegante e poco ingombrante ma anche un modo per trasformare il PC stesso da oggetto ad uso personale a condiviso con famiglia ed amici aprendo così le porte a innumerevoli nuove possibilità.

I tag più seguiti