Huawei Honor 6x

Presentazione del nuovo smartphone Huawei di fascia media

Fabio Esposito

Huawei è decisa nel suo intento di posizionare sul mercato smartphone dalle buone prestazioni ad un prezzo estremamente aggressivo. Va sicuramente in questa direzione l’ultimo telefono presentato dalla casa cinese, l’Honor 6x.

Il design del telefono ricorda quello del suo predecessore ma le novità a livello hardware sono numerose, prima fra tutte la doppia fotocamera posteriore, finora elemento distintivo di smartphone di fascia più alta. Il sensore della fotocamera posteriore è da 12 megapixel, dispone di un sistema di autofocus a rilevamento di fase (PDAF) simile a quello utilizzato da iPhone 6 e Galaxy Note 5 ed è in grado di ottenere una messa a fuoco abbastanza rapida anche in condizioni non ottimali, pur non raggiungendo le prestazioni di un sistema laser. Il flash è di tipo LED. La fotocamera frontale è invece da 8 megapixel, più che sufficiente per dei selfie. La risoluzione massima per le foto è 3968 x 2976 pixel, mentre per i video si parla di 1080p a 30 fps per la fotocamera posteriore e 720p a 30 fps per quella anteriore.

huawei honor 6x blu vista posteriore con doppia fotocamera e sensore impronte digitali

Il display è un IPS da 5,5 pollici con risoluzione Full HD (1080 x 1920 pixel) coperto da un cristallo leggermente curvo. Il materiale in cui è realizzato è l’alluminio, come per gli ultimi telefoni Huawei ed è disponibile in cinque colorazioni distinte: oro, argento, grigio, blu ed oro rosa. La scocca metallica è sicuramente qualcosa di apprezzabile a livello di design e conferisce al telefono un aspetto “premium”. Nonostante la curvatura lo spessore è di circa 8 mm e grazie all’uso dell’alluminio il peso è contenuto, 162 g.

Il Huawei Honor 6x utilizza un processore della stessa casa produttrice chiamato HiSilicon Kirin 655, un octa-core di cui 4 core da 2,1 GHz e due a 1,7 GHz, accoppiato con una GPU Mali T830 MP2, non esattamente recentissima ma sufficiente a gestire giochi non troppo esigenti a livello grafico. Per dare un’idea, è in grado di dare 30 fotogrammi al secondo sul buon vecchio Asphalt 8: Airborne. La RAM e la memoria interna sono quelle contraddistinguono le 3 diverse versioni in cui è acquistabile e che ne determinano anche il prezzo. Si parte infatti da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria per il modello base, 4 GB di RAM e 32 GB di memoria per quello intermedio ed infine 4 GB di RAM e 64 GB di memoria per il modello top. In ogni caso la memoria è espandibile tramite micro SD.

La batteria è da 3340 mAh, piuttosto capiente quindi ed è ricaricabile sfruttando il sistema QuickCharge 3.0 in tempi molto rapidi. Altri elementi interessanti sono la presenza di una doppia SIM ed il sensore per le impronte digitali. A livello di connettività abbiamo invece la possibilità di sfruttare Bluetooth 4.1 e Wi-Fi 802.11 b/g/n, GPS e LTE.

La data di inizio commercializzazione in Cina è il 25 Ottobre, con prezzi che vanno dall’equivalente di 135 € per la versione con 3 GB di RAM e 32 GB di memoria, fino a quasi 300 € per quella da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria, i prezzi sono intesi tasse di importazione escluse. Non è invece ancora chiaro quando sarà effettivamente commercializzato in Europa.  

I tag più seguiti