Western Digital MyPassport Wireless 2 TB

Per condividere e conservare file ovunque

Fabio Esposito

Recensione

Con lo sviluppo degli smartphone e dei dispositive mobili in genere, ma anche di fotocamere e videocamere dotate di connettività wireless, è cresciuto anche l’interesse verso soluzioni per conservare i file, video e foto prodotti con questi dispositivi anche in memorie esterne ad essi. Le esigenze di archiviazione diventano sempre più importanti ma le memorie interne ai dispositivi non sembrano crescere allo stesso ritmo.

Western Digital ha in catalogo numerose soluzioni che si prestano molto bene non solo a scaricare rapidamente i propri file realizzati con video e fotocamere, ma anche a condividerli su più dispositivi, persino contemporaneamente. Una di queste soluzioni è il WD My Passport Wireless oggetto di questa recensione. La versione da noi testata è quella più capiente, da 2 TB, ma è disponibile anche da 1 TB e 500 GB.

WD MyPassport wireless vista frontale

My Passport Wireless può funzionare in diverse modalità, innanzitutto è un hard disk esterno a cui si può accedere tramite la classica porta USB 3.0 per trasferire rapidamente file da un PC, fin qui niente di nuovo. Le cose si fanno decisamente più interessanti considerando la possibilità di caricare file al suo interno direttamente da una SD o tramite connessione wireless, sia nativa e fornita dal dispositivo che utilizzandolo come un hard disk di rete.

Il My Passport Wireless è abbastanza grande se paragonato ai normali hard disk esterni. Oltre ad alloggiare un hard disk da 2,5” contiene anche tutta l’elettronica che serve per la gestione della connessione Wi-Fi e la batteria ed ogni componente contribuisce ad aumentarne le dimensioni ed il peso. Le dimensioni sono 127 x 86 x 30 mm (lunghezza x larghezza x altezza), dato lo spessore di 3 cm l’hard disk può risultare un po’ ingombrante ma è facilmente trasportabile in una piccola borsa. D’altronde difficilmente avrete necessità di portarlo in tasca! Il peso della versione da 2 TB è di 350 g, mentre la versione da 500 GB ne pesa circa 250.

L’aspetto è curato e dà un’idea di qualità e solidità costruttiva. Sulla faccia frontale sono presenti due spie LED multi-colore che indicano ad esempio lo stato di carica della batteria e della connessione Wi-Fi. A seconda del colore e dell’eventuale lampeggio, possono indicare possibili operazioni in corso oppure (sperando che non capiti) il malfunzionamento dell’unità.

Sul lato sinistro troviamo lo slot per l’inserimento delle schede SD (formato standard) e sul lato superiore i tasti di accensione/spegnimento e di attivazione della connessione e trasferimento automatico dei file dalla SD (tasto WPS). Sempre sulla stessa faccia è presente la porta USB per il collegamento tramite cavo al PC o al carica batterie (che dispone di tre diverse prese per adattarsi sia quelle statunitensi, inglesi o italiane).

WD MyPassport Wireless vista laterale slot SD

Sulla faccia inferiore sono posizionati quattro piccoli piedini anti-scivolo, utili per evitare che possa spostarsi inavvertitamente e cadere.

WD MyPassport Wireless vista faccia inferiore

Caratteristiche e funzionalità

In un utilizzo classico come hard disk esterno collegato via USB al PC il WD My Passport Wireless si comporta discretamente, pur non raggiungendo la velocità di trasferimento di altri modelli. La velocità in lettura può arrivare a circa 92 MB/s mentre quella in scrittura è leggermente superiore, intorno ai 114 MB/s. Considerando file più piccoli e frammentati si può scendere fino a 0,48 MB/s il lettura e 0,27 MB/s in scrittura. I valori registrati sono compatibili con quelli di altri hard disk portatili e non saranno certo questi a dettare l’acquisto di questo prodotto rispetto ad un altro.

L’hard disk è anche corredato di software per la creazione di backup automatici dei dati, data la mole di dati da trasferire, la soluzione migliore da adottare in questo caso è il collegamento tramite la porta USB.

Una delle caratteristiche più apprezzabili di questo modello di hard disk esterno è quella di permettere il caricamento di file direttamente dalle schede SD che possono essere inserite nello slot dedicato. In questo caso la velocità di trasferimento è limitata a 25 MB/s. Il trasferimento può essere gestito sia tramite l’app scaricabile da App Store, Play Store o App-Shop Amazon, che in modo del tutto automatico, dopo aver attivato l’opzione dalla interfaccia utente dell’hard disk che è possibile trovare all’indirizzo "http://mypassport.local". Lo stesso indirizzo deve essere inserito in un browser Internet a piacere per scegliere le diverse impostazioni di connettività, protezione ecc.… la pagina è raggiungibile quando l’hard disk è acceso e si è connessi alla sua connessione oppure a quella in cui l’hard disk è collegato come memoria di rete. Tramite la pressione del tasto WPS i file possono essere sia spostati che copiati dalla SD all’hard disk, basta selezionare l’opzione desiderata nelle impostazioni. Ogni download sull’hard disk a partire dalla scheda SD viene inserito in una cartella generata automaticamente, riportante la data e l’ora del trasferimento. In questo modo non si rischia di avere duplicati inutili o cancellare inavvertitamente dei file. 

La caratteristica principale è però quella di poter essere collegato a diversi dispositivi tramite Wi-Fi. Il ricevitore/trasmettitore lavora sulla banda dei 2,4 GHz ed è conforme agli standard 802.11/b/g/n, non ac, la massima velocità di trasferimento ottenibile è quindi 300 Mb/s (circa 35 MB/s). Se dovete trasferire file di grosse dimensioni, il consiglio che fornisce WD stessa è quello di utilizzare il cavo USB. La velocità di trasmissione in Wi-Fi invece assume un’importanza fondamentale quando si desidera effettuare lo streaming dei contenuti, soprattutto video ad alta risoluzione verso altri dispositivi. Fintanto che lo streaming avviene da un unico file l’hard disk non ha difficoltà e non si manifestano rallentamenti. Le cose cambiano se si iniziano a scrivere file mentre si effettua lo streaming di alcuni contenuti o se si accede a contenuti diversi contemporaneamente. In questo caso abbiamo sperimentato alcuni rallentamenti e brevi interruzioni nella riproduzione di file ad alta risoluzione (sia audio che video), tuttavia sembra essere più un problema legato alla modalità di accesso ai file all’interno dell’hard disk che non un limite della connessione Wi-Fi, che dovrebbe essere sufficiente per permettere a più utenti di accedere contemporaneamente al disco. La situazione è analoga anche nel caso in cui invece di sfruttare la connessione generata dall’hard disk stesso lo si colleghi all’interno di una rete Wi-Fi, ad esempio quella del modem/router. In questo caso anzi le prestazioni di streaming sono influenzate molto dal carico sul router stesso, quindi è fondamentale assicurarsi che questo sia quantomeno da 600 Mb/s, meglio ancora se superiore e operante su due canali (2,4 e 5 GHz), in modo da lasciarne uno interamente dedicato all’hard disk o comunque a dispositivi che non operino contemporaneamente. Per godere dello streaming dei contenuti basta utilizzare un qualsiasi prodotto che sia abilitato DLNA o UPnP.

La connessione nativa all’hard disk può ovviamente essere protetta tramite password, ma non è criptata.

Un’altra opzione per il trasferimento dei file offerta da questo hard disk portatile è quella di utilizzare un server FTP. Se la vostra fotocamera è compatibile con il trasferimento file in FTP questo può essere un punto a favore nella scelta di questo prodotto. Le velocità di trasferimento non sono da cardiopalma ma più che sufficienti per un utilizzo non professionale.

Essendo un dispositivo che nasce per l’utilizzo in mobilità, quasi fosse un NAS portatile, è fondamentale che possa funzionare per un tempo prolungato senza dover essere ricaricato. La batteria presente all’interno è da 3400 mAh e consente un’autonomia in streaming di dati di circa 5/6 ore, e circa 20 ore in standby. Rispetto ad altri modelli, come il Seagate Wireless Plus, la durata è decisamente superiore ma non ci sarebbe dispiaciuto fosse stato possibile raggiungere almeno le 10 ore di streaming. Tuttavia riteniamo che per un utilizzo medio l’autonomia del WD My Passport Wireless sia più che sufficiente.

L’hard disk è formattato in ExFAT e può essere utilizzato sia in sistemi operativi Windows (da XP a 10) e per MAC OS X o superiore.

Utilizzo

L’utilizzo del WD My Passport Wireless è semplice dopo una breve fase di apprendimento. Se lo si connette al PC tramite cavo non è diverso da un qualsiasi hard disk portatile e l’utilizzo è immediato.

Per un utilizzo un po’ più avanzato, che permetta di sfruttare a pieno i vantaggi e le possibilità che questo prodotto può offrire può essere molto utile consultare il libretto di istruzioni che è possibile trovare a questo indirizzo.

Buona parte delle funzionalità dell’hard disk sono gestite tramite un’interfaccia utente comoda e chiara, a cui si accede digitando http://mypassport.local nella barra degli indirizzi di un qualsiasi browser web. Si possono controllare molte delle funzionalità anche tramite l’app gratuita WD My Cloud disponibile per iOS, Android ed Amazon OS.

WD MyPassport Wireless set contenuto confezione

La possibilità di scaricare foto e video in modo automatico dall’SD è sicuramente una delle più interessanti e farà la felicità dei fotografi in viaggio che vogliono realizzare un rapido backup dei propri scatti senza la necessità di portarsi dietro anche un PC. Alla velocità massima di 25 MB/s il processo non è fulmineo e per scaricare 32 GB di fotografie in RAW occorre un po’ di tempo ma può essere fatto anche in mobilità ed è quindi estremamente comodo.

L’altra funzione che invece ci convince molto è la possibilità di utilizzare il WD My Passport Wireless come un hard disk di rete mobile, comodissimo se dovete condividere documenti o file con amici o colleghi. Alcuni esempi potrebbero essere caricare da più fonti della musica da suonare ad una festa, a prescindere dal dispositivo su cui questa si trovi per poi ascoltarla su uno stereo compatibile DLNA. Oppure lavorare in gruppo su cartelle condivise anche senza trovarsi in ufficio con una rete cablata. Le possibilità offerte dal My Passport Wireless sono molteplici. Nel nostro caso per esempio ci siamo divertiti a sfruttarlo come NAS per riprodurre un po’ di brani ad alta risoluzione sul Marantz Melody M-CR611, accedere ai contenuti presenti nell’hard disk dai dispositivi compatibili con DLNA e/o UPnP è davvero molto semplice.

Verdetto

WD My Passport Wireless è stata una bella scoperta, permette di accedere, anche simultaneamente da più dispositivi ai contenuti presenti al suo interno, come fosse un hard disk di rete, ma permette di farlo anche in mobilità e quindi senza necessità né di una rete a cui connettersi, che fornirà esso stesso, né di alimentazione elettrica (almeno per 5 o 6 ore). L’aggiunta dello slot SD per il trasferimento automatico del contenuto è un’altra funzionalità molto desiderabile specie per chi si trova a scattare molte foto in viaggio.

Non è un prodotto privo di difetti, tra cui un prezzo di acquisto non proprio economico, una durata della batteria migliorabile ed una capacità di riproduzione in simultanea di contenuti differenti un po’ difficoltosa se si esagera.

PRO:

  • Buona capacità (fino a 2 TB)
  • Molteplici possibilità di connessione ed utilizzo
  • Slot SD per trasferimento file automatico
  • Compatibile con DLNA / UPnP e FTP

CONTRO:

  • Durata della batteria migliorabile
  • Velocità di streaming dei contenuti non sufficiente per vedere più utenti che richiedano contemporaneamente contenuti distinti
  • Costo abbastanza elevato

Alternative

Esistono altri produttori che realizzano soluzioni per lo storage wireless, alcuni esempi sono il Seagate Wireless Plus 2TB, o il LaCie Fuel o il Corsair Voyager AIR, nel complesso però riteniamo che questi prodotti non presentino vantaggi particolari per gli utenti

Una soluzione alternativa interessante e differente è il SanDisk Connect Wireless Media Drive. La memoria a disposizione è molto inferiore ma se la vostra esigenza è solo quella di avere un sistema per lo streaming dei contenuti presenti in una memoria esterna, può essere il prodotto adatto, e costa la metà rispetto al WD. Non fa tutto quello che il My Passport offre, e a causa della porta USB 2.0 non è all’altezza per quanto riguarda le prestazioni di caricamento dei file al suo interno. Però è uno dei prodotti più compatti e portatili in circolazione.

Specifiche

Per concludere riportiamo una breve lista di specifiche, per ulteriori informazioni sul prodotto potete consultare il sito di Western Digital.

  • Capacità: 2 TB
  • Velocità hard disk: 5200 rpm
  • Formato hard disk: 2,5 “
  • Protocollo connessione WiFi: 802.11 b/g/n
  • SD: slot per lettura SD / possibilità di copia o sposta automatico da SD a hard disk
  • Compatibilità: Windows XP/7/8/10; Mac OS X; app per iOS / Android / Amazon
  • Connettività: USB 3.0 / Wi-Fi / DLNA / UPnP / FTP
  • Dimensioni: 127 x 86 x 30 mm
  • Peso: 350 g

 

I tag più seguiti