Zealot H6

Auricolari per lo sport comodi da indossare

Matteo Esposito

Recensione

Continuiamo la nostra rassegna di auricolari sportivi formato in-ear. Su HelpForShopping potete trovare numerose recensioni di articoli di questa tipologia, come ad esempio i Sumbay o gli Hbuds H1, che interpretano in modo diverso lo stesso compito. Il modello su cui ci concentriamo qui invece è prodotto dal brand Zealot dal nome H6.

Zealot è un brand che produce prodotti audio: dagli auricolari, alla cuffie sino agli altoparlanti.

zealot h6 confezione

Il design del modello H6 disponibile in una sola variante colore ovvero nera ed è ergonomico, grazie al supporto in silicone collegato agli auricolari possiamo infatti inserirli facilmente nel padiglione auricolare ed avere una buona stabilità soprattutto quando facciamo attività sportiva, motivo per cui questi auricolari sono stati concepiti.

La confezione è di platica a colori, all’interno della stessa, ben organizzata, troviamo gli auricolari Zealot H6, un cavo di ricarica USB classico, 2 coppie di tappini di dimensioni differenti se non dovessero soddisfarvi quelli montati originariamente, un piccolo manuale d’uso ed infine una fascia sportiva per accompagnarci durante i nostri allenamenti.

Gli auricolari H6 pesano appena 20,5 g, sono leggeri, quindi perfetti per l’utilizzo che dovremmo farne. Sono molto compatti e non risultano scomodi nell’utilizzo, priorità da prendere in considerazione quando ci si riferisce ad un prodotto simile.

zealot h6 contenuto della confezione

Caratteristiche e funzionalità

Gli auricolari Zealot H6 hanno delle buone peculiarità in termini di audio, nonostante il prezzo non elevato, stiamo comunque parlando di un’azienda che ha come core business prodotti musicali.

Caratteristica imporante degli Zealot in qualità di auricolari sportivi è quella di essere sweatproof, quindi resistente all’acqua. Perlomeno entro un certo limite, resisteranno senza difficoltà ad un po’ di pioggia o sudorazione ma durante un nubifragio non sarà il caso di usarli.

zealot h6 vista parte esterna degli auricolari

Il collegamento con il dispositivo sorgente avviene tramite Bluetooth versione 4.1, non la più recente ma sicuramente la più usata nell’ambito di questi articoli ed in questra fascia di prezzo. La distanza massima di azione è pari a circa 10 m. La connessione Bluetooth, dopo una prova positiva con un iPad effettuata in modo veloce e rapido, ha dato invece qualche problema con uno smartphone di casa Samsung, nello specifico il modello S5, discorso che spiegheremo nel capitolo successivo.

Il tempo di ricarica è di circa due ore se usate un caricatore USB da 2 A, altrimenti potrebbe volerci un tempo maggiore. Il tempo di riproduzione stimato è di circa 9 ore a detta del produttore, mentre a noi sono risultate essere circa 7.

A livello di specifiche audio siamo in valori pressoché di base, con una buona risposta in frequenza dai 20 Hz - 20 kHz, con un impedenza di 16 Ohm, giusto per l’uso anche con dispositivi mobili con “amplificatori” poco potenti.

Veramente interessante invece la soluzione per il cavo in silicone, che si riavvolge da solo una volta che lo riponiamo, questo fa sì di poterlo portare facilmente con noi anche in una borsa od uno zaino senza paura che si intrecci con tutto ciò che vi è all’interno.

zealot h6 vista parte interna degli auricolari

Utilizzo

Partiamo riprendendendo il discorso sull’accoppiamento con altri dispositivi a cui accennavamo prima. In effetti gli Zealot H6 sembrano essere soggetti a problemi sporadici forse dovuti a delle interferenze. Infatti, provando a collegarli più volte con un Samsung S5 senza successo abbiamo smesso di provare per un po’. Il giorno seguente, in condizioni simili, l’accoppiamento con lo stesso telefono è avvenuto invece senza alcun problema.

Proprio al riguardo della luce LED che segnala lo stato degli auricolari, quest’ultima risulta un po’ scomoda da “leggere”. Il colore infatti non è chiaro e dopo un po’ non si capisce più il colore, al punto di credere di essere diventati daltonici, d’altro canto il problema principale, risulta quello di non poter guardare il LED mentre si utilizzano gli auricolari, questo perché non abbiamo la possibilità di usare un solo auricolare come avviene in prodotti non muniti dell’elemento di collegamento flessibile tra i due auricolari al posto del classico cavo.

Un secondo problema che abbiamo incontrato, stavolta legato alla qualità costruttiva, è quello dello sportellino di gomma dove si trova la presa di ricarica USB. Una volta aperta non siamo riusciti a chiuderla in maniera ottimale, rimanendo un po’ aperta da un lato, questo dopo soltanto il primo utilizzo, senza che avessimo tirato più di tanto il piccolo pezzetto di gomma che fa da collegamento.

zealot h6 dettaglio auricolari

Per il resto il funzionamento è stato buono, l’audio rispecchia gli standard che ci aspettavamo per un prodotto di questo tipo, la musica si ascolta piacevolmente, l’audio non risulta lontano, con alti e bassi nella media, senza infamia e senza lode.

Verdetto

Gli auricolari Zealot H6, è un prodotto utile per chi è in cerca di auricolari per ascoltare musica praticando il proprio sport preferito. L’ergonomia è buona ed a parte i due problemi incorsi siamo soddisfatti dell’articolo sia per la funzionalità che per la qualità audio, sufficiente considerando che se usato per l’allenamento fa il proprio dovere. Ovviamente per un prezzo di circa 34 euro non ci si può aspettare prestazioni da alta-fedeltà.

PRO:

  • Ergonomia
  • Confezione completa comprensiva di fascia per il braccio

CONTRO:

  • Problema a leggere l’accoppiamento Bluetooth con la luce led un po’ nascosta
  • Slot di gomma per la ricarica USB delicato

Alternative

Abbiamo esaminato per questo articolo alcune valide alternative nel corso delle nostre recensioni. Tutti prodotti più o meno dedicati a chi vuole ascoltare la propria musica durante l’attività fisica, magari isolandosi un po’ dal mondo esterno.

Innanzitutto il modello Sony MDR XB50SB, anch’esso a prova di schizzi e dalla qualità audio discreta ma dal prezzo più caro, circa 58 euro.

Per chi cerca un modello un po’ più appariscente possiamo invece suggerire i Hbuds h1 caratterizzati da un look giovane ed una certificazione di resistenza all’acqua IPX7 ma non particolarmente performanti sul comparto acustico. Considerando il prezzo di 25 euro sono comunque un buon compromesso.

Ottimi per la loro presa e dall’audio niente male in relazione al prezzo di acquisto gli auricolari proposti da Sumbay a solo 17 euro.

Discorso simile potremmo fare per i Klim Fusion, anch’essi dal prezzo inferiore ai 20 euro, che spingono molto in alto il livello di isolamento acustico passivo, rendendosi perfetti per isolarsi dai rumori ma non ideali ad esempio per la corsa all’aria aperta o dove potrebbero esserci “pericoli”.

Un quadro molto variegato quindi ma anche chiaro in base a quelli che sono gli aspetti che ci interessano maggiormente in un prodotto di questo tipo. Potete ovviamete trovare maggiore dovizia di dettagli nelle nostre recensioni.

Specifiche

Riportiamo qui di seguito una rapida lista delle principali specifiche degli auricolari Zealot H6:

  • Bluetooth Standard: CSR4.1
  • Tempo di riproduzione: 9 ore 
  • Tempo di standby: > 350 ore 
  • Tempo di ricarica: circa 2 ore (tramite adattatore 2A)
  • Distanza di trasmissione: 10 m
  • Risposta in frequenza: 20 Hz – 20 kHz 
  • Altoparlante: 16 Ω
  • Rapporto segnale-rumore: ≥ 80dB 
  • Grado di distorsione: ≤ 1%
  • Dimensione: 125 x 78 x 26 mm
  • Peso: 20.5 g
I tag più seguiti