I più letti

Apple TV (2015)

Intrattenimento e contenuti Apple per la vostra TV

Fabio Esposito

Recensione

Apple con la sua TV, giunta ormai alla quarta generazione, ha voluto fare un deciso passo in avanti rispetto al passato dotandola di un sistema operativo chiamato “tvOS” che inizia ad avvicinarsi ad iOS per versatilità. Apple TV si propone di ridefinire il modo con cui utilizziamo il nostro televisore, grazie a contenuti multimediali di ogni genere e differenziando l’intrattenimento proponendo anche App e giochi dedicati. La sfida è ambiziosa, vediamo come si è comportata.

apple tv top

L’Apple TV, come ogni prodotto della casa di Cupertino, si presenta con un look estremamente pulito ed elegante. Disponibile in un unico colore, il nero, è grazie alle finiture lucide ed opache che si intervallano che Apple ha disegnato il proprio logo e la scritta “tv” al suo fianco nella faccia superiore di questa piccola “scatolina” quadrata di soli 10 cm di lato e 3,5 di altezza. La superficie laterale è completamente lucida ed ha il piccolo difetto di essere soggetta a riempirsi di impronte delle dita quando la toccate. Questo non avverrà spesso, però in effetti se non la si tiene pulita perde un po’ della propria bellezza. Sul lato posteriore si trovano le porte per le diverse prese: alimentazione, USB-C, HDMI e porta Ethernet.

Tutto quanto all’interno della confezione è disposto in maniera maniacale (sarà difficile richiudere tutto all’interno una volta aperta) e all’interno troveremo l’Apple TV, il manuale di istruzioni, il cavo di alimentazione, il cavo da Lightning a USB ed il telecomando Apple remote. La mancanza del cavo HDMI all’interno della confezione è seccante, anche se difficilmente non ne avremo uno disponibile in casa, è assurdo che non venga fornito all’interno della confezione ma solo venduto separatamente (a 25€). Acquistare il cavo HDMI Apple non è obbligatorio, va bene un qualsiasi cavo HDMI versione 1.4.

apple tv porte posteriori

Il telecomando è un altro elemento che ha subito una piccola rivoluzione a livello di design ed utilizzo. In pieno stile Apple, pochi tasti e molte funzioni. Tutto quello che serve per gestire la Apple TV è presente sullo schermo, quindi il telecomando è più che altro un mezzo di navigazione agile attraverso i menu di tvOS e pertanto dispone esclusivamente di sei pulsanti:

  • Menu: che funge da tasto “indietro” per navigare a ritroso nell’interfaccia
  • Home: utile per tornare rapidamente alla schermata principale o attivare il salvaschermo
  • Ricerca: che attiva il comando vocale per la ricerca di contenuti o altro
  • Play/Pausa: per iniziare, interrompere e poi riprendere la riproduzione di ciò che stiamo guardando o ascoltando
  • Tasti volume su e giù.

L’elemento di novità è nella parte alta del piccolo telecomando, una superficie touch che aiuta a rendere più rapida ed intuitiva la navigazione nei menu, almeno per chi è abituato ad utilizzare questo tipo di comando, che sia sul proprio smartphone o sul portatile. Per gli utenti più “classici” dei televisori, abituati a telecomandi con una miriade di pulsanti, potrebbe risultare un piccolo shock inizialmente, ma ci si abitua presto. Il telecomando è veramente di dimensioni ridotte 124 x 38 x 6.3 mm e pesa solo 47g.

Caratteristiche tecniche

L’Apple TV utilizza lo stesso processore Apple A8 64 bit dell’iPhone 6, la somiglianza nell’hardware e nel sistema operativo permette agli sviluppatori di App di creare nuovi contenuti sempre con maggiori prestazioni senza le limitazioni energetiche di uno smartphone. La memoria di RAM disponibile è di 2GB e a seconda del modello scelto lo spazio di archiviazione può essere di 32 o 64 GB. Come da consuetudine Apple, non dispone di nessun sistema per espandere la memoria, tuttavia un sistema di gestione dei contenuti delle App permette a queste di non occupare mai più di 200 MB all’interno dei Apple TV, tutto ciò che eccede questo spazio viene scaricato di volta in volta. Questo è sicuramente un vantaggio per coloro che dispongono di una valida connessione a banda larga, ma potrebbe rappresentare un problema per chi invece è ancora colpito dal digital-divide, cosa non improbabile in Italia.

L’Apple TV ha bisogno di un accesso ad Internet per funzionare correttamente, può connettersi al modem/router sia tramite cavo Ethernet che tramite Wi-Fi, con protocolli 802.11 a/b/g/n/ac, l’ac in particolare gli permette di raggiungere velocità di trasmissione dati molto elevate con il router e quindi ottime performance durante lo streaming dei contenuti. Per connettersi agli altri dispositivi Apple si può usare AirPlay, il sistema di Apple con cui è possibile vedere ed ascoltare ciò che vogliamo sul nostro iPad o iPhone direttamente sul grande schermo con una risoluzione massima FullHD 1080p a 60 Hz.

Grazie all’architettura interna ereditata dal mondo degli smartphone i consumi di Apple TV sono molto bassi, rispettivamente 1,2 W in standby alla presa e 5-6 W durante un normale utilizzo.

Il telecomando oltre ad avere tutte le caratteristiche che abbiamo descritto prima fa anche da controller per i giochi grazie alla presenza di accelerometro e giroscopio al suo interno. Infatti è possibile imporre comandi alla Apple TV Inclinandolo e muovendolo.

apple tv base d'appoggio

Configurazione e utilizzo

Utilizzare l’Apple TV è estremamente facile ed intuitivo sin dal primo avvio per chiunque abbia dimestichezza con il sistema operativo iOS. Per chi invece fosse completamente nuovo il tempo richiesto per impartire sempre il comando desiderato potrebbe essere un po’ più lungo. In ogni caso dopo un po’ di pratica chiunque non potrà che apprezzare il lavoro svolto da Apple per rendere semplice la navigazione dei menu, la fruizione dei contenuti e l’utilizzo delle migliaia di App disponibili per Apple TV.

Altro discorso invece per i comandi vocali. Purtroppo la versione italiana non prevede l’utilizzo di Siri e questo a nostro modo di vedere è una pecca non da poco, forse proprio quella che impedisce all’Apple TV di stupire fino in fondo. Avrebbe infatti aiutato moltissimo l’interfaccia la possibilità di sfruttare l’assistente di Apple per trovare App, film e programmi TV, evitandoci l’incomodo di digitare lettera per lettera quello che vogliamo tramite il telecomando, cosa oggettivamente molto più scomoda rispetto ad impartire un comando vocale.

Come sui dispositivi Apple le App possono essere scaricate da un AppStore dedicato e successivamente organizzate in cartelle secondo le proprie preferenze. Le App disponibili sono numerosissime: dai giochi, come Rayman Adventures, a quelle per accedere a video caricati su Internet come YouTube o Vimeo piuttosto che Netflix o HBONow, applicazioni per seguire ricette, come Giallo Zafferano e tantissime altre ancora. Probabilmente il punto di forza maggiore della Apple TV è proprio nella varietà di contenuti di cui può disporre.

L’Apple TV è anche una chiave per aprire, o meglio ampliare, iPhone ed iPad verso la propria TV. Per esempio, tramite il servizio di iCloud è possibile rivedere i nostri album fotografici preferiti con i nostri familiari ed i nostri amici oppure tramite il nostro account di iTunes è possibile ascoltare tutta la nostra musica che abbiamo salvato nelle nostre playlist. Gli acquisti effettuati su iTunes sono infatti condivisi anche su Apple TV e tramite il proprio account è possibile godersi musica e film su uno schermo decisamente più grande di quello di Smartphone e Tablet.

Una piccola sorpresa è la bellezza dei salvaschermi, ognuno di quelli disponibili è un video in cui è ripresa una scena che cambia molto lentamente, in pratica trasforma la televisione in una meravigliosa finestra sul mondo.

Verdetto

L’Apple TV è quell’apparecchio che non ti aspetti, nel senso che quando lo hai installato ti poni subito alcune domande del tipo cosa potrò e non potrò fare, cosa che non accade ad esempio all’acquisto di una console. Ogni giorno vengono caricate sull’AppStore nuove app, alcune appositamente create per Apple TV e le novità non mancheranno anche in futuro. Molti contenuti si prestano particolarmente bene ad essere seguiti dalla propria TV piuttosto che uno schermo più piccolo come quello di un tablet, volete mettere la soddisfazione di preparare in cucina un piatto prelibato scaturito seguendo i consigli sulla televisione di una App al rientro della vostra signora?

Il prezzo della Apple TV è più basso rispetto a quello che ci si aspetterebbe dalla casa californiana, d’altronde pur trattandosi di un oggetto potente non è indispensabile, pertanto un prezzo premium non sarebbe stato frutto di una strategia commerciale vincente.

PRO:

  • Quantità di contenuti multimediali ed App disponibili
  • Prezzo interessante
  • Cura nel design sia dell’hardware che del software

CONTRO:

  • Cavo HDMI necessario e da acquistare separatamente
  • Siri non è disponibile per l’Italia e l’interfaccia ne risente

Alternative

Le alternative per questa tipologia di prodotto non sono molte, potrete optare per TV PRO, il quale ha un costo maggiore, sfrutta un processore quad core permettendo sia la navigazione internet su diversi browser ed è basata su un sistema operativo Android KitKat 4.4. Un’ulteriore alternativa che si appoggia sempre ad Android TV ma trascende un po’ il concetto di TV e va maggiormente verso quello della console è l’Nvidia Shield.

Il suo costo è maggiore rispetto a quello della Apple TV, la versione da 16 GB costa 199 € mentre quella da 500 GB 299 €. La Shield a differenza della Apple TV può condividere contenuti fino a 4K HDR in streaming e per chi ama i videogame (e dispone di una banda molto ampia) propone anche un servizio esclusivo di streaming di gioco ovvero la possibilità di giocare a videogame da remoto, di fatto svincolando l’hardware dello Shield da quello su cui gira effettivamente il videogioco.

Specifiche

Ecco infine alcune specifiche della Apple TV, per maggiori informazioni potete visitare il sito di Apple

  • Processore: Apple A8 64 bit
  • Connessioni: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Ethernet, Bluetooth 4.0
  • Formati video supportati: H.264 fino a 1080p @ 60 fps / H.264 Baseline Profile livello 3.0 o inferiore / MPEG-4 fino a 2,5 Mbps
  • Formati audio supportati: HE-AAC / AAC / Protected AAC / MP3 / MP3 VBR / Audible / Apple lossless / AIFF / WAV / Dolby Digital 5.1 / Dolby Digital Plus 7.1
  • Formati imagine supportati: JPEG, GIF, TIFF
  • Controllo: Telecomando touch
  • Dimensioni: 35 x 98 x 98 mm
  • Peso: 425 g

 

I tag più seguiti