ifi nano iDSD Black Label

Un gioiello nero per chi ama ascoltare musica con gli auricolari

Fabio Esposito

Recensione

Quando si parla di audio e del valore di un prodotto in quanto capace di riprodurlo in modo efficace a volte non si viene capiti. Paradossalmente, mentre quasi chiunque ha avuto modo di apprezzare l’aumento di qualità della parte visiva del mondo dell’intrattenimento domestico e portatile, con display sempre più definiti, colori sempre più realistici e contrasti incredibili, la stessa cosa non si può dire della parte acustica. Questo probabilmente per un motivo molto semplice, "pochi" hanno avuto la fortuna di ascoltare musica emessa da un impianto pensato per riprodurla con una buona fedeltà, e non stiamo parlando di oggetti da decine o centinaia di migliaia di euro. Basti pensare che buona parte di noi ogni giorno ascolta musica alla radio (dove di qualità sarebbe meglio non parlare) o in streaming, specie su piattaforme che offrono principalmente brani in formato compresso, il più delle volte ascoltati a risoluzioni abbastanza basse. D’altronde fintanto che si ascolta musica in formati di bassa qualità che senso ha dotarsi di un impianto in grado di riprodurre fedelmente il suono? La risposta è che una volta che se avrete la fortuna di ascoltare qualcosa in modo abbastanza fedele a come è stato creato, forse non vorrete più tornare indietro.

ifi nano idsd bl confezione

Ecco, in occasione di questa recensione dell’ifi nano iDSD BL vorremmo provare a guidarvi sulla soglia del mondo dell’alta fedeltà, a voi poi la scelta se varcarla o meno.

ifi nel mondo Hi-Fi e degli audiofili è un nome noto, un brand ben riconoscibile per lo stile e la qualità dei propri prodotti, pensati per un pubblico attento alla qualità ma quanto più ampio possibile. All’interno del loro catalogo troviamo quindi una serie di dispositivi ed accessori audio in grado di avvicinarci un po’ di più a quell’esperienza incredibile di ascoltare il proprio brano preferito e scoprirne dettagli che fino a quel momento non avevamo mai notato, al punto da farci immergere nella scena musicale.

In particolare l’ifi nano iDSD BL è un convertitore digitale analogico (DAC) e piccolo amplificatore, di dimensioni ridotte, 96 x 64 x 25,5 mm e 139 g di peso, adatto ad un uso “portatile”. Dove dà il meglio di sé infatti è con un paio di cuffie e collegato ad un dispositivo portatile oppure ad un PC (portatile o fisso che sia). In pratica si tratta di una scheda audio esterna in miniatura.

Rispetto al modello di cui rappresenta un’evoluzione, l’ifi nano iDSD, è in una colorazione interamente nera, con il logo ifi lucido a contrasto rispetto ad una finitura opaca. Il corpo è in alluminio e seppur in formato ridotto ha l’aspetto di un amplificatore da auto, con la parte superiore non del tutto piana. Costruttivamente è praticamente perfetto, dà un’impressione di grande solidità ed anche il rinnovato comando per il volume è molto piacevole e da utilizzare, preciso e durevole. Sulla parte bassa sono presenti dei piedini emisferici antiscivolo, come la parte zigrinata laterale che ne aumenta il grip quando lo si afferra.

Insieme al rotella per il controllo del volume frontalmente troviamo anche un LED che indica lo stato del dispositivo ed il tipo di file attualmente riprodotto (in base alla colorazione che assume) e le due uscite “Direct” e “IEMatch” da 3,5 mm. Posteriormente invece sulla destra la porta USB per collegarlo a qualsiasi sorgente che sia dotata di USB (con eventualmente i dovuti adattatori), un’uscita “Line out” per collegare piccoli speaker o cuffie che abbiano bisogno di un segnale più potente, ed infine uno switch tra un filtro “Listen” ed uno “Measure”.

All’interno della confezione troviamo quasi tutto quello che serve per utilizzarlo: un adattatore maschio-femmina USB da usare come cavo di ricarica e per la trasmissione dati da PC, un adattatore da USB-A a USB-B e lo stesso adattatore dotato di cavo, 2 bande in silicone (per attaccarlo al lettore digitale) ed una soffice sacca in cui custodirlo. Diciamo quasi tutto perché per essere usato con un dispositivo mobile richiede un cavo USB che abbia l’uscita adatta per lo smartphone o il lettore che si usa, non si può collegare con un cavo aux ma sfrutta la tecnologia OTG. Non essendo incluso, va reperito in modo alternativo.

Passiamo ad analizzare quanto questo piccolo grande DAC ha da offrire.

ifi nano idsd bl contenuto della confezione

Caratteristiche e funzionalità

A livello tecnico, ifi nano iDSD BL non si è risparmiata assolutamente, ed ha inserito una notevole quantità di funzioni all’interno di un prodotto che da parte di molti competitor meno dedicati alla cura del suono viene interpretato in modo decisamente più lineare: un ingresso audio, un’uscita audio ed una regolazione del volume.

Partiamo con un dettaglio importante, essendo pensato anche per un utilizzo in mobilità, date le piccole dimensioni, è dotato di una batteria Li-Po in grado di assicurare tra le 7 e le 10 ore di riproduzione a seconda del tipo di riproduzione ed ovviamente del volume.

ifi nano idsd bl ingresso usb, filtro e uscita audio

All’interno il DAC è realizzato tramite un sistema MultiBit Burr-Brown che è in grado di gestire in modo nativo molte tipologie di file dagli MP3 fino a DSD256, i DXD fino a 384 kHz, stesso discorso per i PCM. Non ultima la compatibilità con il formato MQA, noto a chi utilizza lo streaming di Tidal in qualità Master.

A seconda dell’uscita utilizzata può gestire auricolari e cuffie fino a 600 Ohm, e uscendo un po’ dal suo terreno di azione preferito, siamo riusciti anche a fargli pilotare delle piccole casse attive con risultati apprezzabili. L’uscita Line Out è contraddistinta da un voltaggio superiore ai 2,15 V. Mentre per le uscite frontali “Direct” e “IEMatch” abbiamo rispettivamente un’impedenza in uscita minore uguale a 1 Ohm o 4 Ohm ed una gamma dinamica di 109 dB a 3,0 V e di 107 dB a 0,5 V.

Come dicevamo, la compatibilità con i dispositivi mobili risiede nella possibilità di utilizzare un collegamento USB On-The-Go (OTG), tipicamente un qualsiasi dispositivo non troppo vetusto dotato di Android o iOS. Tramite questo infatti l’ifi iDSD deve ricevere il file digitale da convertire, amplificare ed inviare alle cuffie o casse per essere riprodotto. Difatti, lo smartphone fa solo da lettore. La porta è anche dotata della tecnologia ifi iPurifier per la pulizia da interferenze e rumore elettrico.

ifi nano idsd bl frontale con uscita direct e iematch, rotella volume e led

Utilizzo

Passiamo quindi alla parte più divertente, ovvero l’esperienza con questo piccolo DAC/AMP di ifi. Notevole, ci ha convinti fin da subito. Lo abbiamo collegato tramite la porta USB ad un portatile incapace di regalare la seppur minima soddisfazione a livello audio. Installato i driver necessari (con Win 10 e MacOS dovrebbe essere riconosciuto in automatico), abbiamo collegato un paio di Fiio Ex1 2nd Gen e provato a partire con una playlist ben variegata, dal blues alla musica classica, passando per l’elettronica. Per valutare le doti del DAC anche con qualcosa di base, abbiamo optato per lo streaming di Spotify, a 320 kbps. L’impressione è molto buona, immediatamente restituisce molto di più di quanto non fossimo abituati a sentire, non solo utilizzando il suddetto laptop ma anche l’app di Spotify con un Samsung S7 Edge o un iPhone 5S, da cui regolarmente ascoltiamo musica.

Abbiamo quindi deciso di spingerci un po’ più su, con dei FLAC lossless. La faccenda inizia a farsi seria ed il DAC di ifi non molla la presa, anzi inizia ad aprire la scena musicale e lasciare che i dettagli dei diversi strumenti inizino a prendere vita. I file FLAC però non sono qualcosa di “facile” da reperire, e di sicuro non rappresentano la porta più semplice da cui iniziare ad esplorare il mondo dell’alta fedeltà, soprattutto ormai che siamo abituati ad avere potenzialmente quasi qualsiasi album esistente a portata di pochi click.

Abbiamo così deciso di provare il servizio Tidal HiFi, che questo DAC è in grado di sfruttare appieno grazie al supporto dei file MQA. Anche qui, non siamo rimasti assolutamente delusi, anzi, la situazione è migliorata ulteriormente con alcuni brani la cui qualità di registrazione è veramente notevole. Che si tratti di un concerto o di una versione da studio, la musica diventa qualcosa di veramente piacevole da esplorare.

ifi nano idsd bl ifi logo

Abbiamo testato entrambe le uscite dedicate agli auricolari, la “Direct” e “IEMatch” ed almeno con il modello di auricolari utilizzato abbiamo apprezzato un po’ di più, anche se in modo leggero, la IEMatch dotata di impedenza superiore. Discorso diverso per il selettore tra modalità Listen e Measure, la cui differenza è appena percettibile con il setup utilizzato ed in un test cieco non saremo in grado di riconoscere l’uso dell’uno o dell’altro. Probabilmente la differenza si fa maggiore con altri modelli di auricolari.

Come abbiamo accennato precedentemente, abbiamo provato il DAC anche con una piccola cassa portatile. Anche in questo caso l’audio è decisamente migliorato rispetto a quanto eravamo abituati.

In definitiva, tornando al discorso introduttivo, crediamo che questo possa essere davvero un piccolo must per chi volesse iniziare a godere del mondo dell’alta definizione audio, che è tanto importante quanto quella video.

Verdetto

Cosa dire dell’ifi nano iDSD BL, è un prodotto che fa dannatamente bene tutto quello che promette e seppur non ad un costo super economico, stiamo parlando di circa 230 euro, è in grado di migliorare in modo drastico la qualità di ciò che si ascolta. Facendo un paragone visivo è come passare da un pannello LCD HD ad uno OLED 4K… non c’è paragone. E per godere del risultato non serve altro che una buona sorgente (Tidal Hi-Fi è consigliabile ma già con Spotify Premium si va molto bene) ed un paio di auricolari di fascia media, come i Fiio che abbiamo utilizzato. In pratica, con circa 300 euro potete finalmente assaggiare l’alta fedeltà audio, attenzione però, perché da dipendenza!

PRO:

  • Buona qualità costruttiva
  • Rapporto prestazioni/prezzo molto elevato
  • Design bello e funzionale

CONTRO:

  • Ha bisogno di accessori per l’uso con i dispositivi mobili

Alternative

Sulla stessa fascia di prezzo esistono molti prodotti, ma l’ifi nano iDSD BL ci è piaciuto al punto che non crediamo sia il caso di indagare alternative “dirette”. Vediamo quindi qualche prodotto che potrebbe rispondere meglio alle vostre esigenze, siano esse di budget ridotto o di qualcosa di maggiormente adatto ad un PC fisso.

Per quanto riguarda una soluzione portatile a costo inferiore proponiamo il Fiio Q1 Mark II, che è possibile trovare per un prezzo che è circa la metà di quello dell’ifi, 99 euro. Ha ottime prestazioni, anche se è un po’ meno versatile dell’ifi per quanto riguarda l’accoppiamento con cuffie ed auricolari. È pensato infatti per impedenze inferiori, fino a 150 Ohm. Permette un audio pulito ma non ha un’uscita equivalente all’IEMatch dell’ifi, in compenso ha un’uscita bilanciata da 2,5 mm che l’ifi non supporta. Considerando che nasce per la massima portabilità sono tutte mancanze più che giustificabili, è la scelta giusta per qualcosa da portare sempre con sé.

Se invece, in contrapposizione, l’idea è di acquistare un DAC / AMP da tenere “parcheggiato” quasi esclusivamente sempre sulla stessa scrivania, una buona soluzione può essere il SoundBlaster X7, che ha un costo di circa 300 euro ed è decisamente meno portabile, ma si presta meglio degli altri due per essere utilizzato con monitor da scrivania, o per audiofili amanti del gaming, anche con sistemi 5.1.

Specifiche

Riportiamo qui alcune delle specifiche principali dell’ifi nano iDSD BL, rimandandovi alla pagina del prodotto sul sito di ifi per tutti i dettagli:

  • Input: USB-A 2.0 “OTG”
  • Uscite: Audio L+R da 3,5 mm (retro) / 2x Audio per auricolari da 3,5 mm (1 Ohm e 4 Ohm)
  • Filtri: 1 Measure, 1 Listen
  • DAC: DSD, DXD, PCM tramite Burr-Brown
  • Formati audio: DSD fino a 256 kHz, DXD e PCM fino a 384 kHz, MQA fino 192 kHz
  • Amplificatore: 2x 285 mW per cuffie
  • Gamma dinamica: >109 dB @ 3V (uscita a 1Ohm) / >107 dB @ 0,5V (uscita 4 Ohm), >109 dB @ 2,15V (uscita libera)
  • THD &N: <0,005% @125 mW/30R
  • Max output: > 3,5 V @ 600 Ohm, >2,9 V @ 30 Ohm, >1,7 V @ 15 Ohm
  • Dimensioni: 96 x 64 x 25,5 mm
  • Peso: 139 g
I tag più seguiti